spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tante segnalazioni in redazione: “Migliaia di oggetti ancora lungo le strade. E oggi c’è allerta gialla…”

    Il problema, in fasi emergenziali come queste, non è certo di decoro. Quanto di sicurezza. Se stasera venissero giù altre decine e decine di mm in questa situazione?

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Le segnalazioni che arrivano in redazione sono soprattutto da Tavarnuzze. 

    Dove, in particolare sul lato destro della Greve lato-Zodiac, in molti hanno avuto problemi di allagamento.

    E, svuotando garage e cantine, hanno ammassato fuori dalle case tantissimi oggetti.

    In molti casi, purtroppo, destinati ad essere gettati via.

    “A quasi tre giorni dal nubifragio – ci dice un lettore – ci sono ancora centinaia di oggetti lungo le strade”.

    E se questa è la situazione a Tavarnuzze, pensato a come può esserlo in un paese letteralmente devastato come Grassina.

    E il problema, in fasi emergenziali come queste, non è certo di decoro. Quanto di sicurezza.

    Con il codice giallo previsto per oggi, in particolare in serata, anche su tutto il nostro territorio, non c’è neanche da pensare a quello che potrebbe accadere.

    Se venissero giù millimetri e millimetri di pioggia, con tutti questi oggetti ammassati lungo le strade… .

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...