spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    E’ il primo comune nella nostra area a mettere in campo questo prezioso servizio

    C'è tempo tre anni per rinnovare il nuovo contrassegno europeo per disabili ma il Comando di polizia municipale potrà rilasciarlo, primo fra i Comuni del circondario del Chianti a farlo, già da questo mese di aprile. 

     

    Il servizio è attivo nell'orario di apertura al pubblico (lunedì, martedì, venerdì e sabato dalle 11 alle 13 mercoledì 17-19; giovedì chiuso) presso la sede della municipale al piano terra del palazzo comunale.

     

    I titolari dei contrassegni con il vecchio modello arancione dovranno recarsi personalmente per firmare gli atti presso il comando (non più all'Ufficio Relazione con il Pubblico come in passato), portando due fotografie formato tessera. Il vecchio contrassegno sarà sostituito con quello azzurro che avrà validità in tutti gli Stati europei. Il rilascio del tesserino europeo arriva dopo l'approvazione del regolamento che disciplina il rilascio dei contrassegni e la realizzazione sul territorio degli spazi di sosta per i veicoli usati da disabili.

     

    Per dare maggiore diffusione al servizio, il comando di polizia municipale ha realizzato anche un pieghevole informativo.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua