spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Trasferta della banda “Giuseppe Verdi” di Impruneta al Festival Elbanda a Portoferraio

    Nella serata dell'11 giugno la banda imprunetina ha animato il lungomare delle Ghiaie di Portoferraio

    IMPRUNETA – Trasferta della banda “Giuseppe Verdi” di Impruneta al Festival Elbanda a Portoferraio.

    Promossa da Anbima, Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome per la Toscana, di cui fa parte anche la Filarmonica “G.Verdi” di Impruneta, è in corso la prima edizione del festival bandistico Elbanda, organizzato nei comuni di Porto Azzurro, Capoliveri e Portoferraio dell’isola d’Elba, in periodi di bassa stagione, con il patrocinio di Regione Toscana.

    Alla serata del Festival Elbanda di sabato 11 giugno è la banda imprunetina ad animare il lungomare delle Ghiaie di Portoferraio, con un’apprezzata esibizione su un programma vario e impegnativo, dalla collection anni ’60, a Santana, Ennio Morricone e tanto altro.

    L’assessora Laura Cioni che, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, ha avuto il piacere e l’onore di accompagnare la Filarmonica, esprime la sua riconoscenza per il momento significativo vissuto insieme.

    “Ringrazio tutti per l’esperienza bellissima che ho vissuto – inizia – A partire dal presidente, Giovanni Natali, alla musicista e organizzatrice della trasferta, Rosanna Grando, al maestro che ha sostituito per l’occasione il titolare Marco Farruggia, Gerardo De Muzio“.

    “Ma il ringraziamento – tiene a dire –  va a tutti i partecipanti del viaggio, a tutti i musicisti, ai familiari e agli amici nonché all’autista del pullman con i quali ho trascorso un fine settimana speciale, fuori dall’ordinario”.

    “La musica – prosegue – si sa, è un’arte universale, diretta e immediata, riesce a suscitare tanti sentimenti, dalla commozione, alla nostalgia, all’allegria, all’entusiasmo: tutto questo è stato regalato dalla Filarmonica a tutti coloro che hanno avuto il privilegio di ascoltarla”.

    “Ritengo che la banda – sottolinea ancora Cioni – per il paese di appartenenza rappresenti l’espressione di un’identità, un valore aggiunto che deve essere salvaguardato. Come amministrazione dobbiamo sicuramente avere più attenzione e cura per la nostra banda, è un bene prezioso per tutto il paese. E il valore della Filarmonica è dimostrato dall’invito a suonare in tanti altri paesi, anche lontani”.

    “A breve – ricorda – dopo l’Isola d’Elba, sarà all’Isola del Giglio ospiterà la banda che suonerà anche in gemellaggio con la banda locale i prossimi 30 e 31 luglio”.

    “Faccio un augurio personale sulle note del pentagramma alla Filarmonica “G.Verdi” – conclude – in attesa di riascoltarla con gioia, sicuramente alla prossima Festa dell’Uva il 25 settembre. Grazie a tutti e alla prossima!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...