spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tutti insieme intorno a… una tavola: “Scendi in piazza”, cena solidale per l’edizione 2024

    Appuntamento giovedì 22 febbraio presso il ristorante "A I' Popolo", casa del popolo di Tavarnuzze: prenotazioni entro il 20 febbraio

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Giovedì 22 febbraio, presso il ristorante “A I’ Popolo” (casa del popolo di Tavarnuzze) si terrà la cena di partecipazione per l’edizione 2024 di “Scendi in piazza”, l’appuntamento che ogni anno anima piazza Don Chellini.

    La cena di raccolta fondi è organizzata dal Tavolo Sociale di Tavarnuzze, che comprende le principali associazioni attive sul territorio tavarnuzzino fin dal 1997.

    E che si occuperà anche quest’anno dell’organizzazione dell’evento, in programma a maggio.

    Scendi in piazza: un’occasione per stare insieme e fare comunità

    “Scendi in piazza” è un evento nato dalla collaborazione tra il Tavolo Sociale e l’amministrazione comunale di Impruneta.

    L’obiettivo è quello di creare un momento di festa e di condivisione per tutta la cittadinanza, promuovendo la socializzazione e la partecipazione attiva alla vita del paese.

    La manifestazione si svolge ogni anno in piazza Don Chellini e prevede momenti ricreativi e di riflessione su un tema scelto dal Tavolo Sociale, che per questa edizione è la partecipazione.

    Il ricavato della cena sarà utilizzato per finanziare le attività del Tavolo Sociale e per realizzare nuovi progetti per la comunità di Tavarnuzze.

    Un invito alla partecipazione

    La vicesindaca Laura Cioni invita tutti i cittadini a partecipare alla cena: “Sarà un’occasione per stare insieme, divertirsi e confrontarsi sui progetti futuri del nostro paese.”

    Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i numeri 3289851904 (Lilian) e 3311326876 (Ida).

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...