spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’incidente era avvenuto l’8 aprile ai Bottai. A darci la buona notizia il figlio

    Buone notizie per M. M., il sessantenne travolto da un tronco nel pomeriggio di lunedì 8 aprile mentre lo stava tagliando in una strada interna della frazione dei Bottai, nel comune di Impruneta.

     

    Per cause in corso di accertamento è stato infatti travolto dal tronco stesso. Immediatamente soccorso, era parso subito in gravi condizioni e trasportato all'ospedale di Careggi con tanto di auto della polizia municipale di Impruneta a fare da "scorta" per velocizzare il passaggio nel traffico da parte dell'ambulanza.

     

    Ma la buona notizia ci è stata data dal figlio dell’uomo, un affezionato lettore del Gazzettino, che ci ha informato delle condizioni di salute del padre: "Tenuto in coma farmacologico – ci racconta – ha passato la prima notte in maniera tranquilla, tanto che la mattina si è risvegliato e ha ripreso conoscenza".

     

    Insomma, notizie confortanti: "Per com’è andata – sottolinea il figlio -dobbiamo ritenerci fortunati, sta reagendo bene alle cure, e speriamo che quanto prima i medici possano sciogliere la prognosi".

     

    Auguri dunque di una pronta guarigione, anche dalla redazione del Gazzettino.
     

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua