spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Via I Maggio a Tavarnuzze, Impruneta Futura: “Si completi il percorso pedonale con via Amendola”

    Mozione in consiglio comunale: "Vengano abbattute anche le barriere architettoniche"

    IMPRUNETA – La lista civica di opposizione Impruneta Futura, con il proprio gruppo consiliare, ha presentato una mozione al consiglio comunale, che dovrebbe essere discussa nella seduta di oggi, giovedì 30 novembre.

    Il tema è: “Completamento percorso pedonale via Primo Maggio-via Amendola, con abbattimento delle barriere architettoniche”.

    La lista civica fa presente che “nelle amministrazioni passate, guidate dalla sindaca Ida Beneforti Gigli (2003-2013), sono state oggetto di lavori di ristrutturazione straordinaria le strade di via Primo Maggio (parte), via Due Giugno, via Turati (parte), via Togliatti , interrotti allora all’altezza dei civici 52/54 di via primo maggio, e rimasti nell’oblio anche durante le giunte Calamandrei (2013-2023)”.

    “Alla luce di tutto ciò – proseguono da Impruneta Futura – si osserva che per un idoneo utilizzo alla fruibilità dei servizi pubblici serviti dalla strada via Primo Maggio, è necessario e non rinviabile, completare almeno il percorso pedonale della parte finale di questa strada dal tratto da via Amendola verso e fino all’Istituto Comprensivo “Primo Levi” di Tavarnuzze, visto anche che gli ultimi interventi effettuati da Anas con l’installazione di una nuova recinzione ha peggiorato una situazione già precaria da tempo”.

    “Si osserva – rimarcano – che questo tratto di strada (via Primo Maggio da via Amendola
    fino alla fine) ha un uso di altissima frequenza da parte dell’utenza pedonale di persone adulte e minori, a motivo della presenza di servizi essenziali quali l’Istituto Comprensivo Scolastico “Primo Levi”, le attività di sport organizzato presso la palestra scolastica, l’unico supermercato del paese e il capolinea della linea di servizio di trasporto pubblico”.

    “Si nota – viene rimarcato –  che lo stato attuale dei percorsi pedonali in oggetto non sono idonei alla percorrenza in sicurezza. Che crea molte difficoltà a tutte le persone e in particolar modo all’utenza con difficoltà motoria, costringendo le persone a invadere la sede stradale
    con tutti i rischi del caso”.

    “Chiediamo perciò che il consiglio comunale di Impruneta – annunciano – impegni la giunta comunale ad inserire, qualora non sussista già nel programma di investimenti del bilancio comunale per l’anno 2024, un’adeguata previsione di spesa per il rifacimento completo del percorso pedonale a monte (lato sinistro direzione scuola “Primo Levi”) nella via Primo Maggio nel tratto da via Amendola fino alla fine della stessa via Primo Maggio”.

    “Con l’abbattimento delle barriere architettoniche – concludono – e con l’obbiettivo di rendere fruibile il percorso a tutte le persone”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...