spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vigili del fuoco in panne lungo l’A1: l’autospurgo Chini di Impruneta aiuta a spegnere un incendio

    Il racconto di Marco Chini: "Avevano un guasto all'autocisterna. Con il nostro mezzo da spurgo abbiamo steso la sonda per aiutarli"

    IMPRUNETA-SCANDICCI – Giornata da ricordare quella di ieri, giovedì 4 agosto, per l’autospurghi Chini di Impruneta.

    Un loro mezzo con un loro operaio infatti, è stato decisivo per lo spegnimento di un incendio lungo l’A1, fra i caselli di Firenze-Impruneta e Firenze-Scandicci.

    “Mi sono fermato per circa un’ora e mezzo – ci racconta Marco Chini – ad aiutare i pompieri a spegnere l’incendio”.

    Perché, aggiunge, “avevano un guasto all’autocisterna. Con il nostro mezzo da spurgo abbiamo steso la sonda per aiutarli. L’acqua per fortuna era nella loro autocisterna, e siamo riusciti rapidamente a fare rifornimento”.

    “Da quello che ci hanno detto – racconta ancora – con i mezzi impegnati in altre operazioni e questo guasto grave al loro mezzo, senza il nostro aiuto sarebbe potuta finire molto peggio”.

    “Insomma – conclude – loro tra le fiamme, con il nostro camion a sostituire il loro. E il nostro camion degli spurghi che prendeva acqua dal loro mezzo. E’ stato un onore poterli aiutare”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...