spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 15 Giugno 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “E’ impazzita la Torre dell’Orologio di Castelnuovo Berardenga”

    "Dopo tantissimo tempo in cui la Torre (Civica) dell'Orologio è stata silente, improvvisamente i suoi battiti, mandano al manicomio tutta la popolazione"

    In una ipotetica disfida in stile Beppone e Don Camillo, Parrocchia batte Comune 50 a 0.

    Dopo tantissimo tempo in cui la Torre (Civica) dell’Orologio è stata silente, improvvisamente i suoi battiti, mandano al manicomio tutta la popolazione del capoluogo della Berardenga.

    Con la scansione di ore bislacche, tocchi improvvisi, raffiche di scampanate nel cuore della notte, che poi raddoppiano dopo cinque minuti.

    Simbolo dell’efficenza civica dell’allora sindaco Gino Semboloni, (che tanto si impegnò per dotare il paese di una versione laica di campana) adesso (la Torre) fa da riferimento alla sosta dei “garagisti” nella ZTL.

    Con l’orologio che potrebbe essere accordato sulle note di una splendida canzone di Raffaella Carrà: “Chissà se va, chissà se va, se va…..”.

    Andrea Pagliantini

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...