martedì 24 Novembre 2020
Altre aree

    “Firenze-Siena, lavori ripresi. Ma la questione del ponte è stata messa da parte”

    "Passandoci ogni giorno ho notato la ripresa dei lavori ma non capisco perché non ci sia attenzione verso le condizioni di degrado dei viadotti sottostanti"

    Buongiorno, vi scrivo per esprimere la mia amarezza nel prendere atto che la questione del ponte sulla Superstrada Firenze Siena sia stata un po’ messa da parte, nonostante reputi il periodo pandemico di gran lunga più importante.

    Passandoci ogni giorno ho notato la ripresa dei lavori ma non capisco perché non ci sia attenzione verso le condizioni di degrado dei viadotti sottostanti.

    Ed anche dei ponti a Tavarnuzze vicino al parcheggio del supermercato Coop.

    Quando piove forte sotto, parte una cascata di acqua che si riversa sulla strada che va verso Greve e se si osserva bene, è nata pure una pianta sul lato sinistro.

    Il cemento è nero e non più lineare, quando si transita in concomitanza con un mezzo pesante la strada trema. E Anas continua a dire che è tutto sotto controllo.

    Inutile finire i lavori al ristringimento senza pensare alla parte sottostante degradata e in pessime condizioni.

    È stato più facile passarci qualche mano di grigio, qualche mese fa, per occultare la tragica condizione del cemento.

    E la paura continua. Cordiali saluti da una cittadina preoccupata ed arrabbiata.

    Ilaria Borsieri

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...