spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Il recupero delle Gualchiere, nel rispetto della storia e della sua vocazione artistica”

    L'associazione L'A.R.C.A.: "Il progetto per il recupero dell’opificio medievale sulla sponda dell’Arno è già stato formulato, nelle sue linee fondamentali, dallo scultore Piero Gensini"

    Il progetto per il recupero dell’opificio medievale sulla sponda dell’Arno, visitato recentemente dalla presidente della Fondazione Nobrega, è già stato formulato, nelle sue linee fondamentali, dallo scultore Piero Gensini, il cui laboratorio è aperto da trent’anni sulla piazzetta delle Gualchiere.

    L’A.R.CA. – Associazione Ripolese per la Cultura dell’Ambiente sostiene, con varie Associazioniche operano per una politica di governo del Territorio di Bagno a Ripoli e di Firenze rispettosa
    delle sue caratteristiche, il progetto di Piero Gensini, così articolato:

    1- Valorizzazione della vocazione storica e culturale di un ambiente che da sette secoli è aperto alla comunità; il riuso non potrà che essere pubblico.

    2- Irrinunciabile, quindi, la destinazione artistica nelle sue varie forme:

    – studi per artisti, da realizzare negli edifici ex case dei lavoratori delle Gualchiere, per
    creare un polo di interesse sull’arte contemporanea e valorizzare una vocazione che da trenta
    anni vive con la presenza dello scultore Piero Gensini;

    – laboratori aperti in cui si incontrino personalità già affermate e giovani artisti, in uno
    scambio di esperienze;

    – ambienti polivalenti per conferenze, mostre espositive, arti performative, concerti ed
    eventi musicali e/o teatrali;

    – allestimento di foresteria per accoglienza, numericamente limitata e per brevi
    soggiorni, di personalità e di studenti impegnati nelle iniziative culturali;

    – ricollocazione, all’interno del corpo centrale dell’edificio, delle strutture necessarie a
    mostrare l’utilizzo dell’acqua come forza motrice, non solo in una visione museale ma anche in
    una prospettiva volta all’Educazione all’Ecologia.

    L’A.R.C.A. ha inviato la proposta in oggetto alle istituzioni di riferimento: Comune di Bagno a
    Ripoli nel cui territorio si trovano le Gualchiere, sotto forma di osservazioni al Piano Strutturale
    e al Piano Operativo recentemente adottati, e Comune di Firenze, proprietario dell’Opificio.

    Le Gualchiere di Remole, lungo l’Arno, nel comune di Bagno a Ripoli

    Associazione L’A.R.C.A.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...