spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Che bella la Messa al Tabernacolo dell’Ulivo”

    Impruneta viva o morta? Ieri sera – per la prima volta – ho partecipato alla Messa al Tabernacolo dell'Ulivo al Desco e mi son meravigliata per la bella organizzazione e per l'ampia partecipazione, sia di età  che di provenienza (gente da via di Pancole o da Colline per intenderci).

     

    Questa antica tradizione si ricollega alla Festa di San Bartolomeo e a una vittoria dei fiorentini sui pisani e ai frati di Monte Oliveto che avevano ricevuto in eredità  dei poderi a Colline da un mercante di guado (un'erba che serviva ai tintori).

     

    Si potrebbe pensare che questi frati, abituati a collaborare con artisti importanti, siano anche i committenti del tabernacolo del Desco dove appare a destra della Madonna proprio San Bartolomeo.

     

    Queste notizie sono state commentate in Pagine Altotiberine dal prof Giuliano Pinto.

    di Maria Pratesi

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...