spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “La storia della strada fra Strada e S.Polo in Chianti”

    La strada che va da San Polo a Strada, quella interessata alla caduta di sassi segnalata dal signor Roberto Migno (clicca qui per leggere l'articolo), è detta Strada Nuova.

     

    Nuova perché costruita negli anni della prima guerra mondiale, in sostituzione della strada vecchia che correva in basso presso il corso dell’Ema e dei mulini.

     

    Fu aperta a suon di mine, come mi raccontavano gli anziani che ne sentivano i botti, per strapparla al masso che costituisce buona parte della collina, e meno male che è pietra, perché per come è situata sotto l’alta ripida scarpata, a qualche caduta di sassi è sempre stata soggetta, ne ho memoria giovanile di quando la percorrevo in bicicletta.

     

    Notiziola interessante: alla sua costruzione vi lavorarono anche diversi prigionieri austriaci e tedeschi, e non sembra vero, ma lo è.

     

    Se si aggiungono le insistenti piogge di questo ultimo periodo, l’incuria del bosco razzolato da cinghiali e caprioli, sempre più probabile sarà la caduta di sassi, questo è certo. Il rimedio? Non ve lo so dire.

    di Miriam Serni Casalini

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...