spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Avg: serve un esposto per avere elezioni regolari?”

    C’è bisogno di un esposto per avere elezioni regolari all’AVG?

     

    In data 10 luglio si è svolta l’assemblea straordinaria dei Soci dell’Associazione per l’elezione della nuova commissione elettorale a seguito delle dimissioni di quella eletta durante la precedente assemblea.

     

    In quella sede, senza che l’argomento fosse posto all’o.d.g., il Consiglio Direttivo dell’Associazione, scaduto e pertanto in carica solo per la gestione ordinaria, pone all’approvazione dell’assemblea il nuovo regolamento elettorale che la maggior parte dei Soci, inconsapevoli dell’irregolarità anche perché colti di sorpresa, hanno approvato.

     

    La Commissione Elettorale alla riunione d’insediamento, e alla indebita presenza di uno dei Consiglieri uscenti, stabilisce che le candidature dovranno essere presentate personalmente negli orari di segreteria dell’Associazione, il regolamento non lo prevede.

     

    La Commissione Elettorale stabilisce poi la data per il termine della presentazione delle candidature, non prevista dal regolamento.

     

    La Commissione Elettorale fa affiggere i manifesti per la convocazione delle elezioni e limite il diritto al voto attivo ai soli Soci iscritti da almeno 3 mesi o in regola con il tesseramento per l’anno 2013 e il rinnovo per il 2014, non previsto ne dal regolamento elettorale ne dallo statuto ne dal regolamento dei Soci, norma che permette peraltro a chi ha accesso al registro dei soci (i consiglieri uscenti) di poterne influenzare eventualmente il voto.

     

    Ho presentato la mia candidatura il giorno successivo al termine stabilito, attendevo la comunicazione di mancata accettazione entro 3 gg. come previsto dal regolamento, è pervenuta dopo 14 gg.

     

    Sono ricorso al Collegio dei Probiviri per evidenziare ogni irregolarità commessa dal Consiglio Direttivo in primis e dalla Commissione Elettorale, il Collegio dei Probiviri ha condiviso tutte le mie osservazioni e trasmesso tutta la documentazione all’ANPAS.

     

    Domenica prossima nonostante tutte queste irregolarità si svolgeranno le elezioni.

     

    Ma un’Associazione non dovrebbe auspicare e facilitare la maggior partecipazione possibile a tutte le sue attività?

     

    E che senso ha scomodare i Soci se poi la loro volontà non viene rispettata?

     

    E allora occorre un esposto per verificare la regolare gestione dell’Associazione?
     

    Io temo proprio di si.

    di Otello Toniazzi, socio e volontario AVG

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...