spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Ferrone senza l’acqua e senza… informazioni”

    Con la presente vorremmo segnalare, dopo aver già comunicato personalmente sia allo sportello Urp del Comune di Greve in Chianti che al comando di Polizia Municipale di Greve in Chianti, il grave disservizio che i residenti del Ferrone – frazione di Greve in Chianti/Impruneta –  hanno subito per l'interruzione prolungata per più di 48 h dell'erogazione dell'acqua.

     

    Segnaliamo e denunciamo non solo i gravi disagi causati per la mancanza dell'acqua, ma l'assoluta mancanza di comunicazione e attenzione per la situazione sia da parte di Publiacqua che da parte delle amministrazioni comunali competenti.

     

    Nessun avviso è stato affisso, non sono state effettuate comunicazioni in merito e soprattutto non è stato fornito nessun servizio supplementare, come la presenza nella zona di autobotti per la distribuzione dell'acqua ai residenti.

     

    Siamo assolutamente certi che se ciò si fosse verificato non in una frazione periferica, ma all'interno o nei pressi immediati dei due comuni, l'intervento sarebbe stato certamente immediato.

     

    Dobbiamo prendere atto, invece, che la legge e i diritti non sono uguali per tutti, infatti le amministrazioni comunali interessate considerano i residenti di questa frazione cittadini di serie B.

     

    Ci preme, infatti, sottolineare che l'abbandono di questa frazione negli anni ha creato una carenza totale di servizi e di infrastrutture base – ad esempio il marciapiede inesistente – che rendono ancora più difficile per i residenti affrontare problemi come l'interruzione dell'acqua.

     

    Per molti, infatti, è impossibile raggiungere a piedi il fontanello o l'unico alimentari/bar della zona per recuperare dell'acqua.

     

    Riteniamo che l'interruzione abbia anche delle responsabilità penali, poichè è stato interrotto per un periodo prolungato un servizio fondamentale senza comunicare prospettive dei tempi di ripristino della fornitura e senza fornire nessun tipo di supporto ai residenti.

     

    Questo ha provocato notevoli disagi alla popolazione  residente  specie in presenza di persone malate e neonati.

    di Katia Pellegrini – Residenti del Ferrone

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...