giovedì 21 Gennaio 2021
Altre aree

    “Quei rifiuti “figli” del lavoro nero. Affidiamolo a ditte regolari, altrimenti continua lo scempio”

    Un lettore torna a segnalarci i massicci abbandoni di materiale lungo la strada che dal Ferrone porta a Strada in Chianti. Una vera discarica a cielo aperto

    Cari amici della redazione, 

    venerdì mi godevo una tranquilla girata in bici nel nostro bellissimo territorio quando, purtroppo,  per quanto ho visto me l’ha in parte rovinata. 

    Pedalavo dal Ferrone in direzione Strada in Chianti, quando al km 1,6 circa ho notato, poco al di sotto del ciglio della strada, prima un cumulo poi un altro di rifiuti. 

    Quel tratto di provinciale è nel verde della pineta, dalle macchine in movimento non si possono notare questi scempi, si vedono solo andando a piedi o in bici. 

    Non ci sono parole per descrivere l’ignoranza di certi esseri, che non meritano nulla, anzi … sicuramente il carcere! 

    Sappiamo bene di quale categoria di gente si tratta, essendo i rifiuti dei calcinacci, cartongesso, sanitari, … . 

    Troppo spesso vediamo situazioni come questa che sto segnalando io. 

    Il lavoro nero comporta lo smaltimento selvaggio dei rifiutiù, evitiamolo noi stessi affidando i lavori a ditte regolari! 

    Grazie.

    Ugo

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...