spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rilanciamo il video di questo giovanissimo (e bravissimo)… “bmxista”

    SAN CASCIANO – Un 2013 davvero pieno di esperienze per il giovanissimo sancascianese (18 anni) Massimo Ciampoli: appassionato cultore di Bmx, ci racconta (a parole e in un video, per vederlo clicca qui) la sua annata in bici.

     

    "I video che poi ho montato insieme – ci racconta – sono stati girati in vari skatepark tra cui Firenze ed Arezzo; il resto dei video sono statu girati a casa mia e a San Casciano. Questo è un riassunto dell'anno 2013 con la mia bmx".

     

    CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

     

    "La bmx – ci spiega – è uno sport diverso dagli altri, ma regala delle grandi soddisfazioni. Uno sport che richiede tanto allenamento, soprattutto negli spazi appositi che qua nella nostra zona purtroppo mancano".

     

    "Per allenarmi seriamente – racconta ancora – devo prendere la macchina e farmi tutte le volte San Casciano – Arezzo  per riuscire ad allenarmi quelle 4-5 ore che servono".

     

    "Oltre alla bmx – spiega – ci sono anche altri sport da praticare nei vari skatepark, come lo skateboard, e ora stanno iniziando ad andare di "moda" i monopattini".

     

    "Abbiamo già fatto da diversi anni la richiesta al Comune di poter allestire un'area per potersi allenare – ricorda – Personalmente avevo già trovato chi poteva realizzare il progetto, ma la risposta è stata: "Mancano i fondi,cercheremo di fare il possibile". Colgo l'occasione per riproporre ancora una volta al Comune di San Casciano la richiesta di poter dedicare un po' di attenzione… a questo progetto".
     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...