spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A San Casciano si riscopre l’attualità delle opere di Niccolò Machiavelli, precursore del pensiero europeo

    In corso il festival "Machiavellerie". La scrittrice Michela Murgia, protagonista di una lectio su "Donne, potere ed Europa" in programma domenica 20 alle ore 17 al Teatro Niccolini

    SAN CASCIANO – Riscoprire e valorizzare in chiave contemporanea il genio di uno dei più grandi pensatori della storia.

    Con questo obiettivo il Comune di San Casciano, terra di confino per Niccolò Machiavelli, continua a rendere omaggio all’universalità di un autore poliedrico e sempre attuale, in cui lo scrittore, il diplomatico, lo storico, il drammaturgo rivivono e convivono attraverso un unico contenitore di eventi di alto profilo culturale.

    La rassegna che ha aperto i battenti giovedì 17 novembre nella prestigiosa sede di Palazzo Vecchio offrendo un’originale interpretazione dello studioso Michele Ciliberto sul rapporto tra ragione e follia nel pensiero del noto intellettuale fiorentino è pronta a diffondere altre invitanti “Machiavellerie”.

    Dalla città gigliata, luogo amato e odiato dal secondo cancelliere della Repubblica fiorentina cacciato dai Medici e costretto all’esilio nella campagna sancascianese, la seconda edizione della rassegna si sposta di pochi chilometri, a San Casciano, ed entra nel vivo fino a domenica 20 novembre con la sua ricca programmazione di eventi grazie ad un progetto culturale ideato e promosso dal Comune.

    E’ nata da un’idea del sindaco Roberto Ciappi l’organizzazione del primo festival italiano volto ad approfondire sul piano storico, letterario e artistico la figura e l’opera del padre fondatore della scienza politica moderna e a promuoverne la conoscenza ad un pubblico sempre più ampio e diversificato.

    “La vita e il pensiero di Niccolò Machiavelli traghettati nel ventunesimo secolo – spiega il sindaco Roberto Ciappi – sono i punti cardine intorno ai quali ruota tutta la manifestazione che quest’anno si lega a doppio filo ai valori dell’Europa e al suo processo di integrazione”.

    “A quella fondamentale realtà – rilancia – che non rappresenta solo un’area geografica ma un’unione politica ed economica tesa a promuovere la collaborazione e la cooperazione tra gli stati, quanto mai necessaria nel difficile momento storico che stiamo vivendo”.

    Dialoghi, conversazioni, incontri e approfondimenti convergono sul tema “Europa: identità plurali, integrazione, diritti umani e uguaglianza di genere, migrazioni e sono ispirati dalla celebrazione di un’importante ricorrenza: il trentesimo anniversario della firma del Trattato di Maastricht”.

    “Secondo lo storico Federico Chabod la consapevolezza di un’identità europea nasce con Machiavelli – precisa l’assessore alla cultura Maura Masini – desiderando per l’Italia uno stato nazionale nel contesto della nascita degli Stati nazionali in Francia, Spagna e Inghilterra il Segretario fiorentino è il primo a formulare un pensiero europeo, come lui stesso riferisce nell’opera “Dell’arte e della guerra”: “Il mondo è stato più virtuoso dove sono stati più Stati che abbiano favorita la virtù o per necessità o per altra umana passione”.

    Nell’arco dei quattro giorni San Casciano discorre, mette in scena, gioca, cammina sulle tracce dei mille volti di Niccolò Machiavelli, il celebre teorico della ragione politica che, proprio nel borgo di Sant’Andrea in Percussina, compose nel 1513, il suo capolavoro, “Il Principe”, una delle opere più tradotte al mondo.

    La kermesse propone un ampio ventaglio di opportunità che spazia dalle lectio magistralis alle mostre, dagli spettacoli teatrali ai percorsi nella natura e ai laboratori per i più piccoli con la partecipazione di alcuni dei più illustri esponenti del mondo culturale nazionale tra storici, studiosi, docenti universitari, intellettuali, scrittori, artisti.

    Al centro dell’appuntamento di domani, sabato 19 novembre dalle ore 10 alle ore 16, presso la Casa Museo Machiavelli, nel borgo di Sant’Andrea in Percussina, è la giornata di Studi “Machiavelli e il pensiero europeo”.

    La prestigiosa occasione culturale vede protagonisti studiosi e docenti universitari del panorama nazionale tra cui Corrado Claverini dell’Università del Salento, Daniele Conti dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, Laura Carotti dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, Marco Zolli della Scuola Normale Superiore.

    La tavola rotonda sarà coordinata da Michele Ciliberto, professore emerito Scuola Normale Superiore e Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento di Firenze.

    Ospite d’eccezione del festival è la scrittrice Michela Murgia che domenica 20 novembre alle ore 17 nel Teatro comunale Niccolini di San Casciano offrirà al pubblico una lectio attraversata dal filo rosso “Donne, potere ed Europa”.

    Nel foyer del Teatro comunale Niccolini si tiene invece la mostra “Sacharov. I diritti umani nel cuore dell’Europa” curata da Memorial Italia. Le associazioni umanitarie Russia’s Memorial e l’Ukraine’s Center for civil Liberties sono vincitrici del Premio Nobel per la Pace 2022.

    Il Festival “Machiavellerie” è arricchito inoltre da percorsi all’aperto, visite guidate e laboratori per bambini.

    Sabato 19 e domenica 20 dalle ore 9 alle ore 16, con ritrovo alle ore 8.30 al parcheggio dei Chisci di San Casciano, sono previste le escursioni trekking “L’anello del Principe”, uno degli itinerari promossi e valorizzati dal Comune nell’ambito della nuova rete sentieristica individuata e tracciata in collaborazione con il Cai Firenze.

    Il percorso ad anello, della lunghezza di 13 Km (difficoltà facile/medio), sarà condotto dalle guide ambientali dell’associazione Le Vie del Chianti. Prenotazione obbligatoria.

    Domenica 20 novembre alle ore 15, negli spazi della Casa Museo Machiavelli, i bambini potranno esplorare, scoprire e conoscere il mondo di Machiavelli con “C’era una volta Machiavelli…”, attività laboratoriale per bambini dai 6 agli 11 anni a cura di Francesca Goggioli e Rebecca Serchi. Prenotazione obbligatoria. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

    Il Festival “Machiavellerie” è promosso dalla collaborazione tra il Comune di San Casciano, l’Associazione Sgabuzzini storici e Arca Azzurra con il sostegno della Città Metropolitana, della Società Agricola Tenuta Machiavelli, di ChiantiBanca e Pro Loco. L’evento ha il patrocinio della Regione Toscana, del Consiglio regionale, del Comune di Firenze e del Mibac.

    Il programma completo lo trovate qui.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua