spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A San Casciano un incontro dedicato al sindaco della pace Giorgio La Pira

    L'iniziativa, organizzata dal Circolo C.R.C. Chiesanuova, è in programma domani sabato 5 marzo alle ore 16 nella biblioteca del circolo

    CHIESANUOVA (SAN CASCIANO) –  Omaggio a Giorgio La Pira, costruttore di pace. Un faro, un modello, un esempio per la politica e la pubblica amministrazione.

    Un uomo che del dialogo e dell’inclusione fece i punti cardine della sua azione rendendo Firenze città della pace e luogo di incontro e relazioni internazionali.

    Al grande padre fondatore della Repubblica italiana è dedicato l’evento che il Circolo C.R.C. di Chiesanuova, presieduto da Donatella Viviani, ha organizzato per sabato 5 marzo alle ore 16 negli spazi della biblioteca della frazione all’interno del circolo.  

    Ad analizzare l’uomo, il politico, l’amministratore pubblico, una delle personalità più carismatiche del Novecento italiano, saranno lo studioso Roberto Cacciatori e il giornalista, membro della Fondazione La Pira, Claudio Turrini insieme alla vicesindaca di San Casciano Elisabetta Masti.

    Quest’anno, e più precisamente il 6 luglio, ricorrono 71 anni dall’elezione a sindaco di Firenze di Giorgio La Pira, nato il 9 gennaio 1904 a Pozzallo, in provincia di Ragusa.

    Nella città, culla del Rinascimento, il giovane La Pira si recò nel 1926 per intraprendere gli studi in giurisprudenza e vi rimase per tutta la vita. Sette anni dopo divenne professore di istituzioni di diritto romano.

    Il suo incarico di primo cittadino di Firenze prese avvio nel 1951 e fu rinnovato nel 1961. Il giurista e politico della Democrazia Cristiana si contraddistinse per aver guidato una stagione intensa di cambiamenti e aver dato vita a tante azioni di carattere sociale e culturale.

    Non solo guidò la ricostruzione dei ponti Alle Grazie, Vespucci e Santa Trinità, devastati dal secondo conflitto mondiale, ma portò Firenze alla rinascita in termini di edilizia scolastica, riqualificazione di interi quartieri, si attivò per il recupero della fonderia del Pignone, mise in piedi un movimento internazionale costituito da sindaci a favore della pace durante gli anni della Guerra fredda.

    “Un uomo di indubbie qualità morali e dirigenziali – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – che diede un contributo importantissimo non solo alla città di Firenze ma a tutta l’Italia per le sue capacità di mediazione, per la sua inclinazione al dialogo”.

    “Ricordiamo anche il ruolo centrale che il giurista ebbe nella nascita della Repubblica Italiana – aggiunge il primo cittadino sancascianese – Giorgio La Pira è stato eletto all’Assemblea costituente nel 1946 e fece parte della commissione incaricata di redigere il testo della nostra amata Costituzione”.

    Il circolo C.R.C. Chiesanuova è in via Brunelleschi 29, a Chiesanuova.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...