spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Montefiridolfi: Alviero e Vincenzo Corti, quarant’anni vissuti in bottega

    Era il 20 novembre del 1978 quando iniziò l'avventura in un negozio che, ancora oggi, rappresenta un punto di riferimento

    MONTEFIRIDOLFI (SAN CASCIANO) – Era il 20 novembre del 1978 quando Alviero e Vincenzo Corti, fratelli, iniziarono il loro percorso di lavoro e di vita in quella che, ancora oggi, è una bottega che fa da punto di riferimento per tutto Montefiridolfi e la "dorsale" che da Fabbrica e Santa Maria a Macerata, fino a Campoli, porta al Castello di Bibbione. E poi giù, fino al Bargino.

     

    Quarant'anni. Una vita. Alimentari, ma non solo. Bar, ma non solo. Generi per la casa, ma non solo. Frutta e verdura, ma non solo.

     

    Qui, all'angolo della piazza del paese, si intrecciano discorsi e ricordi, battute e barzellette. Senza perdere mai di vista la qualità dei prodotti, ovviamente.

     

    E' un clima unico, familiare, di un piccolo mondo che qui si ritrova. Per la spesa quotidiana. Per colazione. Per merenda. D'estate il gelato, d'inverno un cavalluccio. Un caffè. Un panino con la mortadella.

     

    Lo stesso vale anche a pranzo, quando in molti si fermano dai fratelli Corti per mangiarsi un panino e bere un bicchiere di vino. Come in una sorta di bolla protetta nelle corse della vita quotidiana.

     

    Quarant'anni. Una vita. La semplicità con la quale Alviero (a destra nella foto) e Vincenzo (a sinistra) aprono ogni giorno la porta rappresenta il meglio dell'essere chiantigiani: sinceri, veri, senza tanti fronzoli.

     

    Pronti alla battuta, a fare due chiacchiere sui fatti del giorno, sulla caccia o i funghi, sul meteo o sulle olive. Perché qui la campagna è ancora un qualcosa di presente, nella quotidianità delle persone, nel loro lavoro.

     

    E allora tanti auguri Alviero e Vincenzo. La presenza di botteghe come questa rappresenta il cardine della vita delle nostre comunità.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...