spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arriva una nuova libreria per bambini a San Casciano: in Borgo Sarchiani 12

    Venerdì 29 aprile aprirà le porte la “Libreria Anacleto”: uno spazio pensato per bambini e ragazzi da Romina Shyti, in una delle vie storiche del capoluogo

    SAN CASCIANO – Non solo chiusure ma, finalmente, arrivano delle novità nel centro storico di San Casciano.

    Romina Shyti ha infatti scelto di investire tutto in un’attività che è sempre mancata: una libreria per bambini.

    Una scelta senza dubbio coraggiosa, visti i tempi che stiamo vivendo, soprattutto per quanto riguarda il settore libri. Un investimento azzardato, ma fatto con grande entusiasmo e con quel pizzico di incoscienza che ci vuole sempre, quando si sceglie di fare questi passi.

    La prima domanda che ci viene di fare a Romina è proprio il perché abbia scelto di aprire a San Casciano una libreria per bambini.

    “Diciamo che l’idea si è consolidata dopo la nascita di mia figlia Viola – ci dice Romina – Prima di diventare mamma non mi sentivo molto affine ai bambini, ma con lei invece ho capito quanto siano meravigliosi. I libri poi, sono sempre stati la mia passione!”.

    “Da piccola – prosegue – quando ero in Albania non avevamo libri. C’era la guerra civile, i libri erano una cosa superflua di cui dover fare a meno. Ricordo di aver letto la Bibbia e il libro dei sogni, gli unici che avevamo in casa, almeno 100 volte! Poi mia mamma, vista la passione per la lettura, mi comprò il primo libro di favole, che ho ritrovato giusto qualche giorno fa, magari è un segno di buon auspicio!”.

    “Sono arrivata in Italia nel 2004 – continua nel suo racconto Romina – La maggior parte della mia vita l’ho vissuta qui e, grazie alle nuove possibilità che abbiamo trovato, ho potuto coltivare veramente la mia passione per i libri. Prima però ho studiato come geometra, per poter diventare poi architetto”.

    “Un mondo difficile – riflette – che, dopo l’ennesima delusione, ho deciso di mettere definitivamente da parte. Nel frattempo è nata Viola, mi sono presa il tempo per fare la mamma. E ora che lei ha 4 anni e io 30, ho deciso di riprendere in mano la mia vita: e provare a costruire qualcosa che mi appaga davvero e mi soddisfa ogni giorno”.

    Ma perché proprio a San Casciano, e non a Barberino Tavarnelle dove abita?

    “La scelta è stata fatta per un motivo semplice e banale: Tavarnelle ha già la sua libreria, mentre San Casciano no. Visto il settore comunque complicato, ho pensato che fosse contro producente aprire dove c’era già un’attività simile. E, anzi, la cosa che mi ha stupito di più, è stata la grande disponibilità e il supporto trovato nel titolare della libreria di Tavarnelle (che ringrazio), che in queste ultime settimane mi ha dato buoni consigli per aprire l’attività al meglio”.

    Romina Shyti

    Come si sente, ora che si avvicina il grande giorno?

    “Al momento ancora non ci credo! Abbiamo fatto tutto alla velocità della luce; ho iniziato a informarmi e a fare le pratiche per aprire l’attività a febbraio. L’inizio non è stato molto bello, il primo commercialista da cui sono stata mi ha detto che i soldi che volevo investire in questa attività erano meglio spesi se devoluti in beneficenza! Non è stato bello sentirselo dire, ma sono andata avanti, ovviamente… con un altro commercialista”.

    “Il fondo l’ho preso soltanto a inizio aprile – ci racconta ancora – Ho optato per questo bellissimo ambiente in Borgo Sarchiani, per rimanere comunque in una zona vicina al centro. Abbiamo fatto tutto da soli: i miei familiari mi hanno aiutato a costruire le librerie, i lampadari e a cercare di dare la mia personalità a questo spazio. Loro mi hanno sostenuto sin dall’inizio: mi hanno spinto almeno a provarci”.

    Perché il nome “Libreria Anacleto”?

    “Beh, se penso a una figura legata al mondo dei bambini, il primo che mi viene in mente è senza dubbio Anacleto, il gufo istruito e brillante di Mago Merlino. Mi sembrava quello giusto per rappresentare una libreria dedicata, appunto, ai bambini. Ho cercato di portare una grande varietà di libri, mi impegnerò poi a trovare anche quelle favole e quei racconti legati più alla territorialità. Ho deciso di improntare lo spazio in altezza, con le diverse fasce di età. In basso ci saranno quindi i libri per la prima infanzia, per arrivare ai libri per ragazzi, fino anche a una selezione per adulti, così da accontentare un po’ tutti!”.

    Qual è l’obiettivo che si è data: per sé stessa e per la sua attività?

    “Per me stessa, sicuramente svegliarmi ogni giorno e venire a fare un lavoro che mi piace, che mi soddisfa e che mi permetta di condividere del tempo con mia figlia, che sicuramente diventerà parte integrante del negozio! Per la mia attività, l’obiettivo che mi auguro di realizzare è quello di proporre uno spazio nel quale genitori e figli possano tornare a passare del tempo insieme. I figli, nella frenesia in cui viviamo, vengono spesso scorrazzati da una parte all’altra, e il tempo per realizzare qualcosa insieme ai genitori è sempre troppo poco. Nella mia libreria cercherò di proporre degli appuntamenti, delle attività manuali, delle letture. In cui genitori e figli possano, appunto, viversi un momento tutto loro. Per i ragazzi invece vorrei che diventasse lo stesso un punto di ritrovo: per condividere passioni e crescere insieme”.

    La Libreria Anacleto aprirà quindi ufficialmente i battenti al pubblico venerdì 29 aprile, con un’inaugurazione dalle 17 alle 20. Sarà poi aperta dal martedì al sabato.

    Sulle pagine social troverete poi tutte le novità e il programma delle attività che in seguito verranno via via proposte all’interno del negozio.

    Facebook: https://www.facebook.com/Libreria-Anacleto-112147654808973

    Instagram:https://www.instagram.com/romina.shyti/?hl=it

    Romina Shyti vi aspetta quindi in Borgo Sarchiani 12. Per intraprendere questa nuova avventura insieme. In bocca al lupo!

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...