spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 19 e 20 giugno in piazza a Mercatale: nella scorsa edizione vinse un concorrente con oltre 2 kg di “ciccia”

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Maestri braciaioli, chef, macellai e soprattutto insaziabili buone forchette. La regina di Firenze sarà accolta a Mercatale da una folla di estimatori di ciccia.

     

    L’occasione? La quarta edizione del Campionato toscano della Bistecca, promosso dal Comune di San Casciano e dalla Pro Loco con il contributo di ChiantiBanca.

     

    Un’accoglienza fatta rigorosamente a tavola con la partecipazione di centinaia di cittadini che aderiranno all’iniziativa da buongustai e concorrenti.

     

    La due giorni, in programma in piazza Vittorio Veneto venerdì 19 e sabato 20 giugno, propone un ricco programma di performances culinarie.

     

    Ampio spazio sarà dato alle dimostrazioni di preparazione e cottura della carne a cura dei mastri braciaioli che riveleranno agli aspiranti l’arte e i segreti della cottura sulla griglia. Il momento centrale del campionato alza il sipario sulla gara che vede protagonisti grandi mangiatori di bistecca provenienti da varie parti del Chianti e della Toscana.

     

    Nella scorsa edizione si è distinto un concorrente chiantigiano che in breve tempo è riuscito a ingerire oltre 2 Kg. di bistecca.

     

    “La manifestazione – spiega l’assessore all’associazionismo Roberto Ciappi – è caratterizzata da un’ampia partecipazione della cittadinanza e dalla collaborazione dei macellai, dei commercianti e delle aziende locali”.

     

    Alla realizzazione dell’iniziativa collaborano le macellerie Coop, Agresti, Tozzetti, le aziende agricole del territorio, i negozi e le associazioni di Mercatale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua