spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Campionato della Bistecca, edizione super: in due sere a Mercatale 2.500 presenze

    Edizione dedicata anche alla memoria dell'ex sindaco Massimiliano Pescini, ricordato con uno striscione in piazza Vittorio Veneto

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Edizione super quella che si è chiusa ieri, sabato 15 giugno, del Campionato della Bistecca di Mercatale.

    Nella due giorni dedicata alla ciccia, al vino Chianti Classico e al divertimento dopo cena, venerdì 14 e sabato 15 giugno, in piazza Vittorio Veneto, si sono registrate circa 2.500 presenze.

    Un’edizione, quella di quest’anno, dedicata anche alla memoria dell’ex sindaco di San Casciano, Massimiliano Pescini, scomparso il 25 maggio scorso.

    Mercatalino doc, Pescini è stato ricordato da uno striscione posizionato sul Centro Lotti, con una sua frase (“Da soli si va veloce… ma insieme si va lontano”) e un grande “Grazie”.

    “Non ci saremmo mai aspettati un risultato così importante – scrivono sui propri canali social gli organizzatori – Siamo ancora così carichi di emozioni che non riusciamo bene a spiegarvi quanto davvero siamo felici”.

    “Non è stato facile – proseguono – ma è stato bellissimo brindare, ballare e vivere con voi due notti magiche nella nostra magnifica piazza”.

    “Dietro un evento così grande – tengono a ricordare – c’è un mondo così importante che si chiama Volontariato senza il quale niente di tutto ciò sarebbe realtà”.

    E, quindi, è tempo di ringraziamenti: “Grazie ad ogni volontario per esserci, sempre. Grazie a voi per aver fatto brillare la nostra piazza. Grazie a Mercatale per aver reso magico il nostro evento”.

    “Il Campionato della Bistecca – è il congedo – vi aspetta il prossimo anno per una nuova edizione di emozioni e bracieri accesi!”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...