spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelli del Grevepesa: il dry gin Castelgreve, dai profumi inconfondibili

    Le sue note decise di ginepro seguite da avvolgenti sentori agrumati, vi spingono a provarlo liscio con ghiaccio o mixato con acqua tonica

    GABBIANO (SAN CASCIANO) – Un altro prodotto da scoprire alle Cantine Castelli del Grevepesa, è sicuramente il gin. Il dry gin.

    Il Gin Castelgreve, nella sua bottiglia da 700 ml, è un vero e proprio concentrato di profumi: qui lo trovate sullo shop online.

    Una ricetta esclusiva, che nasce da un’accurata selezione di botaniche presenti da sempre nel nostro meraviglioso territorio chiantigiano. Eseguita dal cantiniere, Damiano.

    In degustazione si percepisce immediatamente la fine nota resinosa del ginepro, seguita da una spiccata nota agrumata conferita dalla scorza di limone e di arancio dolce.

    Si riconosce la speziatura del pepe nero e l’elegante sfumatura mediterranea del timo e della salvia.

    Dal colore limpido e trasparente, le sue note decise di ginepro seguite da avvolgenti sentori agrumati, vi spingono a provarlo liscio con ghiaccio. Oppure, mixato con acqua tonica.


    Sede: Castelli del Grevepesa, via Gabbiano 34, San Casciano Val di Pesa

    Telefono: 055821911

    Sito web: www.castellidelgrevepesa.it

    Shop online: www.shop.castellidelgrevepesa.it

    Facebook: www.facebook.com/grevepesa

    Negozio: via Gabbiano 34, San Casciano Val di Pesa – vinoteca@castellidelgrevepesa.it

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...