spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’iniziativa si svolge fino a domenica 8 settembre: ricavato per acquistare libri

    SAN CASCIANO – Sono state circa trecento le persone che hanno partecipato mercoledì 4 settembre alla cena d’apertura della settima edizione della Festa del Volontariato Sancascianese (clicca qui per il programma completo). 

     

    A fare i saluti il presidente della festa Enzo Capretti che ha elogiato lo spirito dei volontari che dedicano con passione il suo tempo libero alla riuscita di un'iniziativa di grande valore, che mette assieme tante associazioni sancascianesi.

     

    Anche Marco Poli, governatore della Misericordia di San Casciano, ha puntualizzato che il ricavato della festa andrà alla realizzazione di un progetto sul territorio del nostro comune per l’acquisto di volumi per le biblioteche della scuola del capoluogo e frazioni.

     

    Così è nato “A tutte le età, un libro amico!” . Ogni volume acquistato verrà contrassegnato con un timbro "Dono del Comitato Festa del Volontariato Sancascianese". 

     

    Anche il sindaco Massimiliano Pescini ha elogiato "la disponibilità, lo spirito di sacrificio, la dedizione a favore della comunità; sono queste le doti che contraddistinguono i volontari. Un esempio per tutti senza il quale San Casciano avrebbe un volto diverso".

     

    Presenti alla serata Alessandro Martini della Caritas di Firenze, assessori comunali, i cappuccini e altri presidenti delle 25 associazioni. La serata è proseguita con canzoni popolari fiorentine cantate dalla compagnia Gli amici dì Chianti.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...