spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cda, conferme per 7 su 11. La conferma di Mecocci e la nomina di Annalisa Nencini come vicepresidenti

    Completate le procedure post elezioni di domenica 5 maggio da parte dei soci di ChiantiBanca Credito Cooperativo, che si sono riuniti in assemblea nelle sedi di San Casciano e Fontebecci (Monteriggioni) collegate in videoconferenza, approvando all’unanimità il Bilancio di Esercizio 2012 ed eleggendo il nuovo Cda in carica per i prossimi 3 anni (clicca qui per leggere l'articolo e vedere le foto).

     

    Le elezioni di presidente e consiglio di amministrazione hanno confermato per sette undicesimi i membri del consiglio uscente ed affiancato a questi quattro nuovi esponenti. Confermato il presidente del consiglio di amministrazione Claudio Corsi e confermati i consiglieri (in ordine di preferenze ricevute) Stefano Mecocci, Niccolò Calamai, Aldemaro Becattini, Mauro Fusi, Carla Lombardi e Luigi Ferri; entrano per la prima volta nel Cda di ChiantiBanca Andrea Casini, Claudio Tongiani, Vasco Galgani e Leonardo Viciani.
     

    Confermato anche Enzo Barbucci alla presidenza del Collegio Sindacale, con Fabrizio Fusi (confermato) e Marco Galletti (nuovo) membri effettivi. Per il Collegio dei Probiviri eletti membri effettivi Pompilio Massarelli e Annalisa Nencini.
     

    Si è già insediato il nuovo Cda che ha proceduto alla nomina dei due vice presidenti Stefano Mecocci, confermato vice presidente vicario per il secondo mandato consecutivo, e Carla Lombardi, primo vice presidente donna di ChiantiBanca.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua