spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ci siamo: lunedì 28 febbraio partono i lavori per ristrutturare l’ufficio postale di Cerbaia

    Dovrebbero concludersi attorno all'11 marzo, a seguire la riapertura. L'ufficio (bancomat compreso) è chiuso da inizio novembre, dopo l'esplosione causata da un tentativo di furto

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Finalmente ci siamo: lunedì 28 febbraio si apre il cantiere che ristrutturerà, in vista della riapertura, l’ufficio postale di Cerbaia.

    Ufficio postale che, lo ricordiamo, a inizio novembre dello scorso anno fu oggetto di una esplosione causata da una banda (poi catturata dai carabinieri) dedita a questo tipo di furti.

    Da allora l’ufficio postale (bancomat compreso) è rimasto chiuso. Con i comprensibili disagi e le comprensibili proteste da parte dei cittadini.

    In particolare la popolazione più anziana di Cerbaia, che fruisce in modo più diretto dell’ufficio postale in presenza e che ha minori possibilità di spostamento, ha subito l’impatto della chiusura.

    Chiusura che non è stata neanche mitigata, come avvenuto invece nella vicina Montespertoli, dove l’ufficio postale è rimasto vittima dello stesso evento criminoso, di un ufficio mobile.

    Adesso però, finalmente, i lavori iniziano: dovrebbero concludersi attorno all’11 marzo.

    E quindi, a seguire, si concretizzerà la riapertura.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...