spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Circolo Arci San Casciano: fra gli eventi per la Liberazione e il super pranzo di pesce di domenica 28 aprile

    Presso la casa del popolo di via dei Fossi prosegue una frenetica attività sociale: "Ci auguriamo che partecipino in tanti"

    SAN CASCIANO – Al circolo Arci di San Casciano prosegue una frenetica attività sociale, anche in vista dell’appuntamento importante della Festa della Liberazione del 25 aprile.

    Sono infatti previste varie iniziative che si inseriscono nel programma previsto dall’amministrazione comunale sancascianese.

    In particolare, mercoledì 24 aprile alle ore 21 ci sarà la proiezione del film “Il conformista”, a cura dei ragazzi del Cineforum.

    Giovedì 25 aprile alle ore 17 il grande concerto del Corpo musicale “Oreste Carlini”, a cui seguirà grande apericena.

    “Un modo importante – tiene a dire il presidente, Danilo Malquori – per ricordare questa festa, che è uno dei momenti fondamentali della nostra Repubblica”.

    Arci San casciano_25 aprile

    A seguire, domenica 28 aprile, è stato organizzato uno spettacolare pranzo di pesce  a cura della collaudatissima brigata di cucina dell’Arci sancascianese. 

    “Un’altra iniziativa – sottolinea Malquori – dove la buona cucina si sposa con prezzi popolari, alla portata di tutte le tasche, come è nello spirito del circolo. Prenotate rapidamente, per la qualità e la cura del pranzo i posti sono limitati”.

    “Ci auguriamo – conclude il presidente della casa del popolo di via dei Fossi – che tutti i nostri soci e frequentatori sappiano cogliere lo spirito sociale che poniamo in tutta questa nostra attività e partecipino numerosi a queste iniziative. Vi aspettiamo numerosi al circolo”.

    Pranzo Pesce 28 Aprile 2024

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...