spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Strage di Sant’Anna di Stazzema: il Comune di San Casciano ne onora la memoria

    Il consigliere comunale Matteini: "Vogliamo essere dove si celebrano la pace, la democrazia, la solidarietà fra i popoli"

    SAN CASCIANO – Come ogni anno il Comune di San Casciano ha inviato una sua rappresentanza (il consigliere comunale Sandro Matteini e due agenti del copro di polizia municipale con il gonfalone) a Sant'Anna di Stazzema.

     

    Oggi infatti, venerdì 12 agosto, nel piccolo borgo arroccato sulle colline del nord della Toscana, si ricordava il 72esimo anniversario dell'eccidio di 560 fra bambini, donne e uomini, ad opera dei nazisti.

     

    Una presenza, quella del Comune di San Casciano, voluta non solo per onorare la memoria di una delle stragi nazifasciste più terribili della Toscana, ma anche perché, dice lo stesso Matteini, "la comunità vuole essere laddove si celebra la pace, la democrazia e la solidarietà tra i popoli e si ricordano le vittime delle ingiustizie e della violenza del passato e del presente".

     

    "Tra l'altro – tiene a sottolineare Matteini – oltre alle varie presenze istituzionali, partendo dalla Regione Toscana con la vicepresidente Monica Barni, era presente anche qui c'è anche il Console Onorario di Nizza. Per una sorta di legame tra le vittime di ieri e di oggi della violenza e della follia".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...