spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arriva l’1 agosto Silvio D’Angelo: per una settimana a filmare arti e mestieri locali

    SAN CASCIANO – Arriva a San Casciano l'1 agosto: vi rimarrà fino all'8 (giorno dopo il suo compleanno) per girare il "corto" sulle arti e mestieri sancascianesi nell'ambito del progetto Slow Movie Contest.

     

    Stiamo parlando di Silvio D’Angelo, classe 1987, pescarese. Filmaker libero professionista, realizza video per eventi, pubblicità e internet sotto il brand “Ovideo”. Ha lavorato come operatore di riprese e di montaggio per Extracampus TV di Torino, Confindustria Pescara, ZOO ART Festival Olona, Cinemambiente. E’ autore di due videoclip musicali (Radioshakedown –“Cheaters never lose” e Josagun –“Smo Kings”). E’ laureato in Comunicazione Pubblica e Politica.
     

    "Se non avessi fatto il videomaker – dice – probabilmente sarei falegname o fabbro. Sono sempre stato affascinato dai mestieri artigiani, in particolare da tutti quelli che non producono pezzi in serie. Il mio primo cortometraggio (“Senz'Arte nè pArte”), non a caso, riguarda proprio un ragazzo che crea delle opere d'arte lavorando pezzi di ferro abbandonati".

     

    "Lo Slow Movie Contest – conclude – sarà un'ottima occasione per andare alla ricerca di questi talenti nascosti dallo stupendo paesaggio della Toscana, seguendo lo stile del reportage. Nei miei lavori cerco sempre di catturare gli aspetti più interessanti di quello che sto riprendendo senza costruire troppo le immagini e i dialoghi. La mia settimana a San Casciano sarà quindi una vera e propria scoperta del territorio senza filtri e senza schemi, per cercare di cogliere nel modo più naturale il valore del territorio".
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...