spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Manzoli: “Interrogazione sulla situazione dei condoni a San Casciano”

    La consigliera di Centrodestra per l'Alternativa sull'ultimo consiglio comunale. E spiega quello a cui sta lavorando

    SAN CASCIANO – Ha atteso qualche giorno dopo il consiglio comunale di lunedì 11 novembre, che ha visto a seguire Pd, Il Cuore Civico di San Casciano, Lega e San Casciano Civica, battere e ribattere sia sui temi consiliari che sulle frasi sul tema razzismo pronunciate dal consigliere comunale Luigi Venzi.

     

    Daniela Manzoli, capogruppo di Centrodestra per l'Alternativa, va oltre le polemiche e puntualizza su alcuni temi trattati dal consiglio ("che si è potratto dalle 17.30 alle 1.42, per polemiche in certi momenti non necessarie" dice Manzoli) e altri che ha introdotto la stessa consigliera con alcune interrogazioni a risposta scritta. Già presentate.

     

    "Ho votato a favore delle due mozioni sui defibrillatori – spiega Manzoli – sia della maggioranza che di San Casciano Civica, perché secondo me non erano né opposte né complementari, fatto salvo il modo di presentarle e fatte salve alcune imprecisioni. Io guardo l'obiettivo, che è quello di avere defibrillatori il più possibile diffusi sul territorio, con la conseguente e adeguata formazione delle persone. E quando si tratta di mozioni che vanno a favore dei cittadini io non penso al colore politico di chi le propone".

     

    "Mi sono astenuta – rimarca – su mozioni che non conoscevo e che sono state indicate come segnalazioni: non penso che si debba votare a favore o contro quando certe mozioni possono essere delle semplici segnalazioni. Per presentare delle mozioni in consiglio comunale, almeno secondo me, bisogna muoversi con le necessarie documentazioni. Non sono un sasso da gettare nello stagno, serve un filo logico".

     

    "Ho votato a favore delle mozioni di Lega e Pd – dice ancora – l'una contro i regimi totalitari in toto; l'altra per l'antifascismo. Le ho considerate l'una estensione dell'altra. Mi sono espressa a favore di tutte e due in quanto sono contro ogni regime totalitario, valutazione che mi viene anche da come interpreto l'essere in consiglio comunale. Ovvero essere a servizio, ragionando con la pratica e con la logica a prescindere dall'espressione politica".

     

    "La mia mozione per il cimitero per gli animali domestici è stata sostenuta al'unanimità – dice con soddisfazione – Ringrazio il consiglio comunale e spero si possa lavorare per dare gambe a questa idea".

     

    Poi viene a quello a cui sta lavorando: "Ho presentato una interrogazione con richiesta di risposta scritta per sapere come sta la situazione dell'amianto nella zona di Faltignano".

     

    Infine, capitolo ufficio tecnico: "Ho chiesto poi, in una seconda interrogazione, di sapere come è la situazione dei condoni giacenti. E poi che mi siano integrati documenti e osservazioni, in quanto membro della commissione urbanistica. Faccio una interrogazione perché devo capire a che punto siamo: dall'esito deciderò se fare una mozione". 

    di MATTEO PUCCI

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...