spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 16 Gennaio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dina Parronchi: addio a una donna che aveva iniziato il suo percorso il 18 dicembre 1913

    Mercatalina, aveva 108 anni: adesso lascia il "testimone" alla sorella Pierina, che di anni ne ha 102 e vive con i suoi familiari a San Casciano

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – E’ venuta a mancare all’età di 108 anni Dina Parronchi. Una vera e propria decana fra le donne del Chianti fiorentino. Forse la più anziana.

    Da circa dieci anni si trovava presso la struttura “Opera Pia Giovanni e Leopoldo Vanni” all’Impruneta.

    Dina, seconda di tre sorelle, era nata il 18 dicembre 1913 in località le Palaie, vicino a Villa Marcellini. Frazione di Mercatale, nel comune di San Casciano.

    Una vita umile la sua, fatta di duro lavoro nei campi. Dividendo la casa colonica insieme con tanti altri familiari.

    Una vita segnata anche da un grave lutto, la perdita dell’unico figlio all’età di 58 anni. E la morte del marito, Livio Bartalesi.

    Nonostante tutto ha cercato di vivere una vita normale, fino all’età di 80 anni amava andare in gita al mare con gli anziani.

    Quando era entrata all’“Opera Pia Vanni” manifestava forti problemi a camminare; ma grazie alle amorevoli cure degli operatori era riuscita anche a tornare a fare dei passi da sola.

    Era amata e coccolata da tutti, sempre pronta a fare festa e a essere la prima in diverse occasioni a prendere il microfono per raccontare una barzelletta.

    Nel 2013 Dina aveva compiuto 100: insieme ai familiari a festeggiarla erano presenti anche il sindaco di Impruneta, Alessio Calamandrei, e l’allora sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini.

    Da allora, allo scadere di ogni compleanno, sono stati entrambi presenti, insieme alla direzione della struttura e ai familiari, a farle festa.

    Tra l’altro Massimiliano Pescini, oggi consigliere regionale della Toscana, mercatalino come lei, ricorda così Dina Parronchi: “Era una persona solare nonostante i lutti di una lunga vita. Amatissima dalla sua famiglia, è stata ospitata e accudita per tanti anni all’”Opera Pia Vanni”, dove lascia sicuramente una scia di affetto in tutti coloro che vi operano”.

    “E’ stato bello – conclude – accompagnare alcuni compleanni nella struttura insieme al sindaco Alessio Calamandrei: da quello dei cento anni fino all’ultimo del dicembre scorso. Davvero una storia, la sua, che potrà essere ricordata a lungo”.

    Adesso Dina lascia il testimone a sua sorella Pierina, di 102 anni, che vive a San Casciano con i suoi familiari. I funerali si terranno oggi nella sua Mercatale, lunedì 10 gennaio, alle 15.30.

    “Ciao nonna!” hanno lasciato scritto oggi le nipoti, la nuora, insieme ai cinque pronipoti. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...