spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vicino a Le Corti. L’hanno ritrovata senza vita sul divano. Il vicino: “Ho cercato di salvarla”

     

     

     

     

    E’ stata trovata morta sul divano I.B., una signora di 88 anni residente in via Grevigiana, tra la chiesa di San Piero di Sopra e la villa Le Corti, alla periferia di San Casciano che "guarda" verso Mercatale.

     

    Viveva sola, ma non gli mancava l’affetto del figlio e dei vicini di casa: non si tratta di un dramma della solitudine, ma sembra che la causa sia dovuta a un incidente domestico. Probabilmente, mentre la signora stava facendo qualcosa intorno alla cucina economica, dev'essere successo qualcosa che ha appiccato le fiamme. Ma questo saranno i vigili del fuoco di via La Farina, intervenuti sul posto, a stabilirlo con esattezza.

     

    A dare l’allarme, un vicino di casa: "Sono passato di fronte alla casa della signora intorno alle 8.30 – racconta al Gazzettino – per andare a fare la spesa in paese, ho notato che aveva acceso il fuoco perché dal camino usciva il fumo. Al ritorno ho visto che dal tetto si sprigionava del fumo, ho così lasciato l’auto e mi sono precipitato in casa".

     

    "L’abitazione – racconta ancora – era avvolta dal denso fumo, ho chiamato a voce alta la signora, mentre nel frattempo ho chiamato i vigili del fuoco. Ho tolto la luce e sono rientrato all’interno, quando ho visto la donna ormai priva di vita sul divano. Ormai non c’era niente da fare, rimanere all’interno era alquanto pericoloso, non mi è restato altro che attendere i soccorsi".

     

    Oltre ai vigili del fuoco, arrivati anche con un’autoscala, è intervenuta l’ambulanza con medico e volontari di Tavarnelle e Barberino, in quanto erano fuori per altri servizi le ambulanze di San Casciano. Così come sono arrivati anche i carabinieri della Stazione di San Casciano. Sul posto anche la polizia municipale per regolare il traffico sulla via Grevigiana e impedire che qualcuno potesse entrare nella stretta strada intralciando i mezzi di soccorso.

     

    Solo a tarda mattinata è finito l’intervento e il corpo della povera donna è stato portato a medicina legale a Firenze. La casa, adesso inagibile, è stata transennata, mentre accanto all’abitazione sono rimasti il cane, le galline e i paperi. Nessuna parola da parte del figlio e di altri conoscenti, colpiti da questo inaspettato e tragico evento.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...