spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Falsa guardia giurata raggira due commercianti a Cerbaia, portandosi via… 20 euro

    Con il trucco di... "sono stato da voi questa mattina ma mi avete dato 10 euro in meno di resto". Un terzo commerciante non c'è caduto. Carabinieri informati

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Nel pomeriggio di venerdì 2 luglio un uomo con indosso una sorta di divisa da guardia giurata è entrato in tre negozi nel centro di Cerbaia, riuscendo a “raggirare” due commercianti e portandosi via in tutto 20 euro, 10 per negozio.

    Vediamo come sono andati i fatti: in un primo negozio è entrato questo signore in divisa, dicendo che la mattina era stato a fare la spesa e che gli era stato restituito un resto sbagliato, mancavano 10 euro.

    “Il negozio era pieno di persone – racconta il primo esercente – così per non stare a fare questioni, gli abbiamo dato quello che secondo lui non gli avevamo dato la mattina”.

    “Poi ci ho ripensato – prosegue – Sono andato fuori insospettito e gli ho chiesto perché, essendo una guardia giurata, non aveva la pistola. Lui mi ha risposto che non la portava, per poi andare via”.

    “Sempre più insospettito – prosegue nel suo racconto – ho chiamato i carabinieri di San Casciano”.

    Secondo negozio, stessa storia: “E’ entrato un signore con una divisa da guardia giurata – racconta il secondo commerciante – dicendo che la mattina era stato in negozio con sua moglie, e che nel fargli il resto gli avevamo dato meno 10 euro”.

    Non gli ha chiesto se, magari, aveva lo scontrino per fare una veloce verifica? “Avremmo dovuto chiederlo, è vero, gli abbiamo detto solo che non ci ricordavamo che era stato da noi, ma ha detto che non lo riconoscevamo perché la mattina non indossava la divisa”.

    “Così – dice il commerciante – per quella cifra non siamo stati a fare i puntigliosi. Gli abbiamo dato i soldi e via”.

    Era una persona che altre volte l’avevate visto nel negozio?

    “Pensandoci bene non mi sembrava una faccia nuova, ma sa, con la mascherina sul volto è più difficile inquadrare le persone”.

    Era italiano?

    “Sì, un uomo alto, sui 55 anni”.

    Terzo negozio, ma in quest’ultimo i titolari non ci sono cascati: “A noi più che una divisa da guardia giurata ci sembrava un completo di carnevale – raccontano sorridendo – Non ci siamo caduti nonostante insistesse a dire che la mattina avevamo sbagliato a dargli il resto”.

    Vi è sembrato poco credibile?

    “Si è presentato come una persona distinta e voleva far capire che era una persona seria, però da noi gli è andata male”.

    E che abbia sentito “puzza di bruciato” l’ha dimostrato il fatto che, uscito fuori, ha fatto perdere le tracce.

    Anche perché nel frattempo i carabinieri della Stazione di San Casciano, dopo aver ricevuto la segnalazione, si sono recati a Cerbaia, dove hanno fatto il giro di tutti i negozi per prendere più informazioni possibili per arrivare all’individuazione della falsa guardia giurata. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...