spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al circolo Arci di San Casciano si fa già festa… Aspettando Capodanno

    Tre super coppie di dj pronte a far ballare: Frenk&Samu, The Badagigy Brothers, D&J Brothers

    SAN CASCIANO – Alla casa del popolo di San Casciano non si attende il 31 dicembre per fare festa… ma già il 29 si sta in allegria "Aspettando Capodanno", sabato 29 dicembre dalle 22.300… in poi.

     

    Come da tradizione, torna il festone che ti prepara nel miglior dei modi alla festa del 31 dicembre: sarà un'edizione speciale con la reunion delle tre coppie di DJ che hanno fatto la "storia" della festa.

     

    Tutti sancascianesi doc: Frenk&Samu, The Badagigy Brothers, D&J Brothers. Una vera macchina del tempo che vi farà ballare e scatenare con la migliore musica dagli anni '70 ad oggi.

     

    Un viaggio nella migliore musica dance a quella pop, senza dimenticare il meglio del rock e del funky e, perché no, ska e latino-americano. Insomma, un vero "greatest hits" aspettando l'ultimo dell'anno.

    Si parte però dalle 19 con un super aperitivo. Le bontà e gli stuzzichini del buffet accompagnati dai migliori vini e long drinks proposti dal BarArci.

     

    Dalle 19.30 è aperta la pizzeria "Due Pini". Antipasti, primi di pesce e terra, pizza e dolci. Qualità e gusto a prezzi popolari.

     

    Dalle 22.30 via al party:in consolle Frenk & Samu (best of '80-'90); seguono The Badagigy Brothers (ElectroRockBassBeat '80-'90-'00); poi D&J Brothers (Millenium: Best from 2000-2020).

     

    Il tutto, come sempre, a ingresso gratuito. Prezzi drinks… popolari.

     

    CONTENUTO SPONSORIZZATO

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...