spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Stinchi, salsicce, wurstel artigianali, hamburger. E, ovviamente, birra alla spina

    SAN CASCIANO – Ultima serata oggi, venerdì 31 luglio, per partecipare alla terza "Festa della Birra” al Parco Dante Tacci “Il Poggione”.

     

    Festa organizzata dalla Birreria Delirius di via IV novembre, che da mercoledì 29 si è "trasferita" al Parco per un nobile gesto: il ricavato (fatte salve le spese) sarà devoluto in beneficenza all’associazione di Protezione Civile “La Racchetta” di San Casciano, che ha la sede a poche centinaia di metri.

     

    Si parte dalle 16 con l’aperitivo mentre alle 19.30 sarà aperta la squisita cucina con carne fornita dalla macelleria di Fabio Frittelli

     

    Stinchi, salsicce, wurstel artigianali, hamburger con patatine “annaffiate” da ottima birra alla spina.

     

    Nei primi due giorni sono state tante le persone che si sono accomodate ai tavoli serviti da belle ragazze: tra questi un gruppo di giovani del Trentino che hanno richiesto di essere anche “immortalati” con le nostre bellezze locali.

     

    Un’ulteriore occasione dunque per passare una serata all’insegna dell’allegria: facendo anche della beneficenza. 

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua