spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Super carrellata del Gazzettino scattata durante la festa a sostegno del Carnevale Medievale

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Sebbene la primavera stenti davvero a decollare, per una notte ci hanno pensato gli instancabili contradaioli della Torre, Cavallo, Gallo, Giglio e Leone  che assieme all’associazione laboratorio Amaltea, con il contributo del Comune di San Casciano, in testa l’instancabile assessore Roberto Ciappi, hanno scaldato gli animi dei presenti accorsi sul Parco del Poggione “ Dante Tacci”, per la Prima Festa di Primavera.

     

    Organizzata per raccogliere fondi necessari per la grande macchina organizzativa del Carnevale Medievale che domenica 7 aprile vedrà più di 800 figuranti sfilare per le vie del centro storico dalle 14.30 per aggiudicarsi il Palio delle Contrade 2013.

     

    Ma tornando alla serata di sabato 23 marzo, i protagonisti sono stati i giovani che dopo avere varcato l’ingresso all’insegna della stravaganza “agghindati” con accessori degli anni ’70-’80 si sono buttati in pista dove alla consolle i Badagigi Brothers, Frenk e Samu, Stefano Fornera assistiti da Massimiliano Micheli, hanno “sparato” musica all’adrenalina, mentre al bar si servivano gustose bevande.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua