spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fisarmonica e flauto: la magia della musica nella chiesa di Santa Maria del Gesù

    Si sono esibiti in un concerto Ivano Battiston (alla fisarmonica) e Arcadio Baracchi (al flauto)

    SAN CASCIANO – In occasione di “Concerti estate 2021”, domenica 18 luglio nella chiesa di Santa Maria del Gesù (o del Suffragio), in via Roma a San Casciano, si sono esibiti in un concerto Ivano Battiston alla fisarmonica e Arcadio Baracchi al flauto.

    Questi i brani interpretati: Integrale Sonate J.S.Bach, Toccata e Fuga in Re minore e Partita flauto e fisarmonica.

    Il tutto è nato per celebrare i 100 e i 50 anni delle principali associazioni che nel mondo sono nate per festeggiare la figura di questo fondamentale compositore, crocevia della musica fra antichità e tempi moderni.

    “Progetto BACH 21”, che vede alcune registrazioni audio e video, e che vede alcune delle principali ambientazioni concertistiche in chiese e palazzi di Firenze e provincia, in questo caso la chiesa del Suffragio, per celebrare il grande compositore tedesco.

    Da brividi la Toccata e fuga in Re minore eseguita alla fisarmonica da Ivano Battiston, e altrettanto bravo nell’esecuzione solista Arcadio Baracchi al flauto.

     

    Applausi da parte dei presenti alla fine dell’esibizione, particolarmente apprezzata.

    Prossimo appuntamento è per venerdì 30 luglio, sempre alla chiesa del Suffragio, per un concerto di flauto e chitarra. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...