spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / Preghiera mattutina, poi un grande pranzo: al Parco del Poggione si è celebrata la fine del Ramadan

    Una giornata dedicata alla conoscenza reciproca (anche a tavola) per la festa di Eid Al-Fitr, il giorno in cui cessa il mese di digiuno

    SAN CASCIANO – La comunità musulmana si è ritrovata di prima mattina oggi, mercoledì 10 aprile, sotto al tendone del Parco del Poggione. Allestito, per l’occasione, con i tappeti sui quali pregare.

    Guidata dall’Imam, composta da chi in questo territorio risiede da anni, o da chi è inserito nel progetto SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione, che ha coordinato l’iniziativa), ha iniziato le sue preghiere.

    Per poi proseguire in questa giornata di festa (Eid Al-Fitr), che ha segnato la fine del digiuno Ramadan di questo 2024, iniziato dalla sera di domenica 10 marzo fino alla sera di ieri, martedì 9 aprile.

    Si è proseguito poi con un grande pranzo, cucinato dalla stessa comunità musulmana: dai ragazzi ospiti del progetto SAI, dai residenti che, in molti casi, lavorano in attività di ristorazione del territorio.

    Quello che è stato presentato in tavola, fra pollo, riso, agnello e tanto altro, è stato accolto con entusiasmo dai commensali.

    Fra cui anche molti sancascianesi, invitati a celebrare assieme alla comunità musulmana questa festività così importante.

    Presente, fra gli altri, anche il sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi.

    “L’idea di aprire il momento dell’Eid Al-Fitr alla comunità di San Casciano – aveva spiegato Marco Bruni, coordinatore del SAI – nasce da questo intento: far conoscere e condividere un giorno di festa, socialità e preghiera, all’insegna del rispetto della diversità e delle altre culture presenti sul nostro territorio”.

    In questa giornata inoltre, il SAI porta avanti per la prima volta anche la collaborazione con l’APS Italy Must Act (e il gruppo locale fiorentino Florence Must Act), che dal 2020 promuove pratiche di informazione, integrazione e coabitazione attraverso attività sociali e sportive, conferenze, proiezioni di documenti e molto altro.

    Alle 18 presso la Sala Bagni della biblioteca comunale di San Casciano si terrà l’incontro pubblico “Essere musulmani in Italia: quali sfide sui territori?”, organizzato proprio grazie alla collaborazione con Italy Must Act.

    Interverranno Alberto Tonini (Italy Must Act) e Helen Amato (Giovani Musulmani Italiani) con l’obiettivo di approfondire gli aspetti storici e culturali dell’islam in Italia, con uno sguardo al nostro territorio.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...