spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 12 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Due intrusioni in via XXV Aprile: pare non abbiano trovato oggetti che li interessassero

    Altri due "colpi in appartamento" (clicca qui per leggere l'articolo di alcuni giorni fa) messi a segno nel tardo pomeriggio di martedì 29 gennaio. E anche se in questi due casi i ladri non sono riusciti a portare a buon fine il furto, agli inquilini rimane (oltre naturalmente alla paura), il danno causato dalla rottura degli infissi per entrare all’interno dell’appartamento.

     

    Stavolta è toccato a via XXV Aprile, la strada parallela a via dei Fossi, poco fuori dal centro storico del capoluogo. Orario ormai classico, le 19.30 circa. Una signora, residente al piano terreno di un condominio dopo essere entrata in casa, ha lasciato la spesa in cucina per poi dirigersi in terrazza, dove ha notato l’avvolgibile del bagno sollevato e la finestra spalancata. Il tempo di rientrare e dirigersi in bagno che il sospetto diventa realtà: la finestra è squarciata, sono entrati i ladri.

     

    Subito la donna ha chiamato i carabinieri e i familiari. Anche i vicini di casa sono andati ad accertarsi per capire cosa fosse successo. I carabinieri, arrivati in breve tempo, hanno controllato le stanze: per fortuna era tutto in ordine, non mancava nulla. Probabilmente il rientro in casa della signora, ha coinciso con la “spaccata” e così il colpo è fallito.

     

    Ma mentre i carabinieri erano intenti a scrivere il verbale, un’altra signora dopo avere visto l’auto dell’Arma, ha avvisato che anche a lei sono entrati in casa, pochi numeri civici sopra: "Sono andata via da casa alle 16 per andare dal dottore – racconta – quando sono rientrata ho trovato la porta della camera dove c’era la mia cagnolina chiusa. Ho aperto e stranamente non è venuta a farmi le feste, è rimasta sulla sua brandina".

     

    "Sul letto – prosegue – ho visto subito alcuni oggetti, una scatolina con collane di poco valore, e cassetti e sportelli dell’armadio aperti. Sono così andata nelle altre stanze: la stessa scena ma sembra al momento che non manchi nulla". "Sono entrati dalla finestra che dà sul giardino" conclude la signora.

     

    Di nuovo dalla parte posteriore della strada, una zona buia. Anche in questo caso i ladri non sono riusciti a prendere nulla; nemmeno la cagnolina ha reagito agli intrusi, troppo anziana e anche troppo buona, sebbene i ladri abbiano pensato di chiuderla… nella stanza.

     

    I carabinieri lavorano senza sosta per cercare di cogliere in fallo queste bande che da giorni stanno crando rabbia e preoccupazione. I consigli sono sempre gli stessi: assicurarsi che tutti i serramenti siano chiusi, attivare l'allarme se è presente, avvisare la Stazione di San Casciano (055820013) nel caso si notino persone strane o movimenti sospetti.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...