spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Raggirata da una donna sui 30-40 anni con una complice: la sua amarezza

    Dopo i furti negli appartamenti, attenzione ai raggiri per strada. E’ successo a una signora che abita a San Casciano, avvicinata da una donna giovane e di bell’aspetto: con una scusa l’ha distratta e una complice gli ha sfilato il portafoglio dalla borsa.

     

    È avvenuto in pieno giorno, venerdì 15 febbraio, in piazza della Repubblica, esattamente di fronte alla porta del Torrino, sede della Pro Loco (nella foto). A descriverci quanto avvenuto è la stessa signora derubata: "Stavo aspettando mia figlia – racconta con una certa emozione – mi ero seduta sul bordo della vasiera che fa da panchina, dove è piantato l’olivo. Accanto a me, la borsa da dove ho tirato fuori il telefonino per fare una chiamata".

     

    Ricorda l'ora?

    "Le 12.30, mentre stavo telefonando mi si è avvicinata una bella signora sui 30-40 anni, vestita bene, chiedendomi la strada per raggiungere Empoli. Ho interrotto la telefonata e mi sono leggermente spostata per indicarle di prendere via Di Vittorio, quando improvvisamente ho avvertito un’ombra da dietro. E’ stato un attimo: d’istinto ho messo le mani alla borsa ma ormai il portafoglio non c’era più".

     

    Cosa ha fatto in quel momento?

    "Ho gridato subito aiuto, mentre le due donne avevano ormai girato l’angolo del Teatro Niccolini. Le mie grida sono state udite da una signora che fa servizio come ausiliaria del traffico, che mi è venuta subito incontro e insieme ci siamo dirette verso il centro per vedere se riuscivamo a individuare le ladre. Siamo andate perfino al terminal della Sita, all’ex Stianti, pensando che magari si fossero recate lì per poi scappare con un autobus, ma di loro nessuna traccia".

     

    Probabilmente ad attendere le due c’era qualcuno in auto che dopo il furto sono scappati…

    "E' stato proprio così, perché mentre ero in caserma dei carabinieri per fare la denuncia, mi è arrivata una telefonata: una signora aveva ritrovato il portafoglio lungo lo stradone (viale Pertini) che conduce a Firenze, era risalita a me dopo avere fatto diversi numeri di telefono che tenevo nel portafoglio".

     

    Naturalmente i soldi non c’erano?

    "Quelli no, ma diciamo che devo ringraziare la signora che ha ritrovato il portafoglio evitando così di rifare i documenti, perlomeno quella spesa me la sono risparmiata! Certo è che non mi sarei mai immaginata che arrivassero a tanto e non nascondo che a riparlarne trovo una grande mortificazione. Dove arriveremo?".

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...