spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gandolfo (Ristoratori Toscana): “Aumenti della Tari del 20% a San Casciano, inaccettabile”

    "Chiediamo un nuovo incontro al Comune per trovare una soluzione. Altrimenti, in assenza di risposte, saremo costretti a mobilitarci"

    SAN CASCIANO – “In un momento così drammatico, non solo non sono stati rinviati al 2021 i pagamenti della Tari, ma a San Casciano sono scattati gli aumenti”: è quanto denuncia l’associazione Ristoratori Toscana.

    “L’aumento è stato deliberato dal Comune lo scorso anno, ma farlo scattare proprio adesso, quando le attività sono in crisi a causa del Covid, proprio non è accettabile”, afferma Andrea Gandolfo, portavoce dei ristoratori di San Casciano aderenti all’associazione.

    “Gli aumenti arrivano fino al 20% – aggiunge – La prima rata di acconto è slittata, causa lockdown, da giugno a settembre, ma ora dovremo trovare i soldi per pagare anche la Tari e ci sarà un’altra rata a novembre e il saldo da pagare”.

    “Non ce la facciamo più: siamo ripartiti, ma con un fatturato dimezzato. Nei mesi estivi abbiamo incassato un po’ di più – si sfoga Gandolfo – ma siamo molto preoccupati”.

    “Un’attività che ha un locale di 140 metri quadri – precisa – paga di media l’anno 8mila euro di Tari”.

    “Sono importi molto alti – tiene ancora a dire – senza contare che il servizio di gestione e smaltimento rifiuti è pessimo: il camion per il ritiro della spazzatura passa quando le persone sono a tavola a mangiare”.

    “Il Comune ha motivato l’aumento con problemi di bilancio – sottolinea – ma non è corretto scaricarli sulle spalle dei ristoratori, in un anno come questo”.

    “Chiediamo un nuovo incontro al Comune per trovare una soluzione – annuncia il rappresentante dei ristoratori di San Casciano – altrimenti, in assenza di risposte, saremo costretti a mobilitarci per tutelare la nostra categoria”.

    “Messa a dura prova e in forte sofferenza – conclude facendo riferimento al suicidio di un ristoratore fiorentino avvenuto nei giorni scorsi – come testimoniano purtroppo i recenti fatti di cronaca»

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...