spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi atterra e fa arrestare un ladro (a Firenze)

    Nella mattinata di ieri, sabato 21 ottobre. Era dentro la sua auto: "Aveva un martello e un coltello..."

    SAN CASCIANO – Disavventura per il sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi, nella mattinata di ieri, sabato 21 ottobre.

    E’ lui stesso a raccontarla al Gazzettino del Chianti.

    “Ero a casa della mia compagna – inizia – in via Lamarmora, zona piazza della Libertà vicino a a piazza San Marco, a Firenze. Erano passate da poco le 9 di mattina”.

    “Avevo l’auto parcheggiata lì vicino – prosegue – quando sono arrivato nei pressi, ho visto un’ombra all’interno”.

    “Era una persona – dice ancora – che è schizzata fuori dall’abitacolo. Un ladro, che è scappato lungo la via, ma poi è tornato indietro”.

    “La mia compagna – continua il racconto del sindaco – che era scesa in strada, l’ha rallentato, un passante l’ha colpito”.

    “Io – riprende – che lo stavo rincorrendo, l’ho atterrato. Sono stati momenti concitati, sinceramente a ripensarci forse sarebbe stato meglio fare diversamente: perché l’uomo aveva un martello (con il quale aveva rotto i finestrini) e un coltello”.

    “E’ stato chiamato il 112 – aggiunge – ma per fortuna stava passando una volante, e dopo due minuti l’ha preso in consegna la polizia. Mi hanno detto che è di provenienza nordafricama”.

    “Mentre era a terra – conclude – mi ha detto che in auto… avevo solo gli spiccioli. Aveva preso la fascia tricolore di scorta, che tengo nel porta oggetti, dentro un borsello nero per non farla sporcare. Chissà cosa avrà pensato ci fosse dentro…”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...