spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 25 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Taglio del nastro ufficiale per la nuova area di servizio Eni – Goldengas sull’Autopalio

    Aperta dal 2 marzo, mercoledì 11 aprile ha ricevuto il "battesimo" ufficiale con i vertici dell'azienda e le autorità locali

    BARGINO (SAN CASCIANO) – Si è svolta nella mattinata di mercoledì 11 aprile, in un clima di festa e di entusiasmo, l’inaugurazione ufficiale del nuovo distributore Goldengas Eni sull’Autopalio direzione Siena.

     

    Alla presenza della proprietà  rappresentata dalla famiglia Petrolini al completo, del sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, dei vertici di Eni ed Autogrill, delle forze dell’ordine locali. Con la benedizione del parroco dell'Abbazia di Badia a Passignano, Padre Lorenzo.

     

     

    L’evento ha vissuto, in collaborazione con il partner IVECO, che ha messo a disposizione i nuovi Truck Stralis NP 460, il taglio del nastro tricolore anche per l’innovativa Area dedicata al GNL Metano Liquido.

     

    E ha dato la possibilità a molti operatori di mercato di apprezzare da vicino i vantaggi dell’utilizzo di questo nuovo ed innovativo prodotto.

     

     

    Un’area completamente integrata nel territorio del Chianti, pensata e costruita con il meglio della tecnologia e dei materiali a conferma della strategia di eccellenza della Goldengas.

     

    Un’azienda che negli ultimi anni ha ampliato e completato la propria offerta inserendo, accanto al GPL anche la fornitura di energia elettrica e di gas metano.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...