spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incidente sul lavoro in un cantiere su via Cassia per Siena: un operaio cade e sbatte la testa

    Momenti di apprensione, tanto che è stato fatto alzare in volo (atterrato al Poggione) anche l'elisoccorso Pegaso. Poi l'uomo è stato trasportato in ospedale con l'ambulanza

    SAN CASCIANO – Incidente lungo il cantiere in via Cassia per Siena, nel capoluogo sancascianese, dove sono in corso le rifiniture per la realizzazione del nuovo camminamento che parte dalla struttura degli ex macelli comunali.

    E’ successo nel pomeriggio di oggi, martedì 25 agosto: due operai stavano lavorando nella zona adibita a cantiere.

    Uno di questi, a bordo di un camioncino, ha fatto marcia indietro investendo l’altro operaio che ha sbattuto violentemente la testa per terra.

    Immediata la chiamata al 118 da parte delle persone che si trovavano lì in quel momento, tanto che sul posto è arrivata un’ambulanza della vicina sede della Misericordia di San Casciano.

    L’uomo aveva una brutta ferita alla testa, così è stato allertato anche l’elisoccorso Pegaso: che dopo un breve volo sulla zona dell’incidente, è atterrato al Parco Dante Tacci, sul Poggione, nell’area adibita all’atterraggio degli elicotteri.

    Il ferito, rimasto sempre cosciente, è stato portato con l’ambulanza fino all’elicottero, ma dopo poco è stato deciso di trasportarlo in ambulanza all’ospedale.

    Sul cantiere per i rilievi si è recata la polizia locale che ha la sede a poche centinaia di metri.

    L’autista che ha investito il collega era molto dispiaciuto di quanto successo. Al momento le condizioni del ferito non sembrano gravi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...