spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vi presentiamo la seconda sancascianese che partecipa ai casting online della Yamamay

    Tra le giovanissime bellezze di San Casciano, abbiamo trovato un’altra candidata al concorso per una nota marca d’intimo, la Yamamay. Così dopo Brunilde Bonechi anche Sofia Paliotto si svela al Gazzettino del Chianti.

     

    Sofia, iniziamo con la tua presentazione agli amici del Gazzettino…

    "Ho 20 anni, sono nata a Firenze ma la mia famiglia è sancascianese doc, tanto per far capire mio nonno aveva un negozio di sartoria nel centro di San Casciano e mi hanno raccontato che era un bravissimo sarto. Abito a San Casciano con i miei genitori e mio fratello Andrea di tre anni più grande. Mi sono diplomata al Liceo Artistico di Porta Romana a Firenze, indirizzo Moda e Costume. Al momento sono ferma con gli studi, anche se inizialmente ero intenzionata a proseguire studiando interior design. Poi ho abbandonato e adesso sto studiando per riuscire ad entrare a fisioterapia".

     

    Cosa ti piace fare nel tempo libero?

    "Amo molto gli animali, complici i miei zii che abitano accanto a me, hanno sempre avuto dei cani pastori tedesco (Luna e Brodo), poi due Terranova (Tessa e Telma) che ho amato moltissimo poiché sono cresciute con me. Adesso hanno due cocker, Luna e Ziva. Spero un giorno di averne uno tutto mio, un Jack Russel o un Cavalier King".

     

    Come sei arrivata a partecipare al concorso per la marca di intimo di Yamamay?

    "Devo tutto a un mio amico, John, è come se fosse il mio manager. Ne approfitto per ringraziarlo. Grazie! E incrociamo le dita sperando di passare il primo turno e rientrare tra le 180 ragazze che poi andranno a fare il live casting. Da lì in poi ne saranno scelte 12, le quali faranno un boot camp televisivo su Sky dove usciranno le tre vincitrici, una per ogni categoria, le quali andranno ad essere protagoniste del fashion show di Yamamay. Quindi aiutatemi con i voti (clicca qui)".

     

    Conosci Brunilde, l’altra ragazza sancascianese che partecipa al concorso?

    "Sì, ha frequentato la mia stessa scuola superiore e ci siamo diplomate insieme, lo stesso anno! Abbiamo fatto anche dei concorsi insieme tra cui Miss Italia 2012. Gli mando un in bocca al lupo".

     

    Hai già partecipato a qualcosa nel mondo della moda?

    "Ho partecipato a dei concorsi come Miss Grand Prix, che nel 2007 il titolo nazionale fu vinto da Raffaella Fico e a Miss Italia. Mi avevano chiamato anche a partecipare a Veline, ma ho dovuto rinunciare per gli esami di maturità. Ho fatto l’inviata per “Ridi col Tubo” con Paci e Cagliostro in onda su Italia7. A 15 anni ho frequentato un corso di portamento e dizione a Milano: quello è stato il mio primo impatto con questo mondo. Adesso mi sono affidata a delle agenzie tra Milano, Firenze e Roma, che mi procurano lavori".

     

    A cosa rinunceresti o cosa saresti disposta a fare pur di entrare nel mondo della tv, del cinema o della moda?

    "Questa è una bella domanda, Al giorno d’oggi ci sono ragazze e ragazzi disposti a tutto pur di entrare in questo mondo. Bisogna sempre valutare tutto, stare attenti alle persone che incontriamo lungo questo percorso perché è un mondo pieno di “azzardi”. E si deve pensare sempre prima di fare qualcosa per cui poi dopo non si può più tornare indietro. Ci vuole testa sulle spalle, sempre".

     

    E come dare torto a Sofia, e nella speranza che si realizzino i suoi sogni, Il Gazzettino le fa un grande in bocca al lupo e …votate, votate, votate.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...