spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La musica, colonna sonora (portante) del Natale sancascianese

    La Chianti Mood Big Band in concerto (gratuito) al Teatro Niccolini venerdì 30 dicembre alle ore 21.30

    SAN CASCIANO – La musica è la grande colonna sonora del Natale di San Casciano.

    Musica per le strade del centro storico, negli spazi della cultura sancascianese, al Niccolini, in biblioteca, al museo Ghelli.

    Le iniziative, i concerti, le proposte culturali che animano il cuore della campagna chiantigiana, avvolta dalle luci, dai colori e dalle atmosfere natalizie, si preparano ad emozionare spettatori di ogni età in quest’ultimo scampolo di dicembre.

    Oggi, mercoledì 28 dicembre, negli spazi della biblioteca comunale di via Roma l’operatrice culturale Maria Vittoria Nervi condurrà un ciclo di incontri di lettura corale per bambine e bambini dagli 8 ai 10 anni.

    L’iniziativa “Legger cantando, cantar leggendo”, promossa dal Comune, si terrà fino al 30 dicembre.

    Per concludere l’anno in bellezza il Teatro comunale Niccolini ospiterà venerdì 30 dicembre alle ore 21.30 il concerto “Swing Christmas Night”, proposto dalla “Chianti Mood Big Band”, un’orchestra fondata nel 2014 e composta da sedici musicisti di area fiorentina.

    La formazione reinterpreta il sound delle big band degli anni ’30-’40 senza sottrarsi alle contaminazioni dal jazz al funk, dal blues al pop.

    Il motto dell’orchestra è “on the Chianti side of the street!”, una parafrasi della canzone “on the sunny side of the street” di Johnny Hodges, letteralmente “sul lato a solatio della strada”. Il motto riassume la passione dell’orchestra per la musica jazz e la volontà di riproporla in chiave personale e leggera.

    Una serata speciale nel segno dello Swing Natalizio con musiche che spaziano dal jazz al funk, dal blues al pop.

    Ingresso libero e gratuito. Info: 0558256388, 3939829857, teatroniccolini@gmail.com.

    Il ricco programma di eventi culturali promossi dal Comune per il periodo delle festività comprende anche spettacoli teatrali e letture animate.

    Come quelli che hanno animato la biblioteca e il Teatro Niccolini con gli allievi del Teatro dei Passi-Arca Azzurra Formazione 22 a cura di Tiziana Giuliani, lo spettacolo di danza con gli allievi del Centro Danza Chianti, i concerti del Coro Quodlibet, del quintetto di fiati di Toscana Classica, del quartetto di archi di Omega e la serata di giochi da tavolo per tutte le età con gli amici di Parpignol prevista oggi, mercoledì 28 dicembre, alle ore 21 sempre negli spazi della biblioteca comunale.

    Che la musica la faccia da padrona è attestato anche dal bellissimo concerto che si è tenuto nella sala dell’auditorium ChiantiBanca per gli auguri natalizi del Corpo musicale Oreste Carlini, una delle bande più antiche d’Italia, che ha deliziato il pubblico con un’onda travolgente di note ed emozioni.

    Il programma del concerto, diretto da Andrea Gheri, ha proposto musiche di Rossini, Verdi e tanti altri grandi celebri compositori, protagonisti della storia della musica internazionale.

    “Ci auguriamo che la musica – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – possa essere per tutti la speranza di una sinfonia di Pace, un omaggio all’armonia, al dialogo e all’incontro tra i popoli”.

    Il concerto di Natale 2022 del Corpo Musicale Oreste Carlini in auditorium ChiantiBanca

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...