lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    La prima donna alla guida. Elisa Corneli è la nuova presidente di Chiantiform

    Sancascianese, queste le sue prime parole: "Proseguirò l’attività dell’associazione concentrata nel costruire percorsi didattici in primis diretti ai giovani e al settore dell’agricoltura e dell’agro-industria"

    SAN CASCIANO – Una donna, sancascianese, per la prima volta alla guida di Chiantiform.

    L’agenzia formativa, promossa e sostenuta dai comuni di San Casciano, Greve in Chianti, Barberino Tavarnelle e Bagno a Ripoli, scommette sulle competenze e la professionalità di Elisa Corneli, eletta nei giorni scorsi presidente dal consiglio direttivo di Chiantiform.

    Elisa Corneli subentra a Roberto Rappuoli che ha svolto con grande impegno la sua missione, ceduta nel momento in cui sta per aprirsi una nuova classe di agricoltori del futuro, ad un’esperta del settore, altamente qualificata.

    Elisa Corneli è difatti laureata in Biotecnologie Agrarie e ha conseguito il dottorato di ricerca in Agrobioscienze presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

    Attualmente è responsabile della didattica e ricerca per AIRO (Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio) e consulente scientifico per l’Università degli Studi di Firenze su progetti che mettono al centro le bioenergie.

    “Essere stata eletta presidente dell’agenzia formativa Chiantiform – ha dichiarato Corneli – è per me un onore e un piacere. Ricoprirò questo ruolo con senso di appartenenza e responsabilità”.

    “L’impegno – ha aggiunto – sarà diretto a proseguire l’attività dell’associazione concentrata nel costruire percorsi didattici in primis diretti ai giovani e al settore dell’agricoltura e dell’agro-industria, con l’obiettivo di ampliare le tipologie di percorsi formativi e il target di persone che vi potranno accedere”.

    “Cercheremo di cogliere i bisogni e le necessità degli enti – ha spiegato ancora – delle associazioni e delle imprese del territorio, lavorando di concerto con i nostri soci e partner, i Comuni, ChiantiBanca, Coop 21, Toscana Formazione”.

    Si ricorda che a proposito del nuovo corso triennale di istruzione e formazione professionale AgriForChianti, in partenza quest’anno, c’è tempo fino al 13 settembre per effettuare l’iscrizione.

    Il corso si compone di 3.168 ore complessive di cui 1.184 di lezioni teoriche, 1.184 di attività laboratoriale e 800 ore di stage alternanza scuola lavoro nelle imprese del territorio.

    Si tratta del primo progetto del Chianti dedicato alla formazione triennale di istruzione e formazione professionale (accessibile ai ragazzi in uscita dalla scuola media in alternativa alla scuola superiore), finanziato dalla Regione Toscana, attraverso fondi ministeriali, nell’ambito di GiovaniSì, rivolta a giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni.

    A  settembre aprirà  nuova classe di 25 allievi, protagonisti di un corso che si presenta con un valore aggiunto: l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. Il corso richiede la frequenza obbligatoria.

    Info e iscrizioni: Chiantiform, via della Libertà 57 San Casciano, telefono 0558294624, [email protected].

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino