spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ladri alla casa del popolo di San Casciano: qualche danno e… ripresi dalle telecamere

    Il presidente Danilo Malquori: "Un gesto di persone stupid,e che non hanno rispetto per una istituzione di tutti. Che, probabilmente, utilizzano e frequentano pure"

    SAN CASCIANO – Nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 luglio ignoti hanno scassinato una finestra al circolo Arci San Casciano, e hanno tentato di forzare la porta per entrare nel bar.

    Sono anche entrati nella cucina della pizzeria, tagliando una zanzariera e aprendo una finestra, facendo piccoli danni.

    “E’ ovviamente scattato l’allarme – fa sapere il presidente, Danilo Malquori – e sono state attivate le telecamere. Che hanno ripreso il tutto: consegneremo i video ai carabinieri dopo che le immagini saranno state trattate dai tecnici per definire i volti”.

    “Non c’è stato un vero danno – prosegue il presidente dell’Arci di via dei Fossi – allora di che ti lamenti, dirà qualcuno, sono cose che succedono tutti i giorni”.

    “Vero – continua – ma qui si parla della casa del popolo, un luogo che accoglie tutti, che cerca di aiutare tutti. Dagli anziani, che con questo caldo torrido vengono a fare la partitina a carte per stare al fresco e in compagnia, ai giovani, ai quali abbiamo dedicato spazi”.

    “Una associazione gestita da volontari – tiene a rimarcare – che dedicano tempo e risorse a migliorarla, a farla sopravvivere in questi momenti difficili, offrendo un posto per tutti dove ritrovarsi, dove stare con gli amici, dove fare socialità”.

    “Ecco perché me la prendo – aggiunge Malquori – perché il gesto, anche se con pochissimi danni, mi crea disgusto. Per queste persone stupide che non hanno rispetto per una istituzione che, probabilmente, utilizzano e frequentano”.

    “Stesso discorso – dice ancora – vale per chi ultimamente si è divertito a spaccare delle sedie nella nostra piazzetta. Danni economici piccoli, ma gesti di grande inciviltà”.

    “Se queste persone hanno bisogno di aiuto – sostiene il presidente della casa del popolo sancascianese – anche psicologico, si trova il sistema di aiutarle. Ma danneggiare un bene comune della cittadinanza mi sembra una cosa che li mette fuori dal consesso civile”.

    “Comunque il circolo ha in programma per i prossimi mesi grandi miglioramenti – guarda avanti – e venerdì 5 agosto riaprirà la pizzeria. Con una squadra ancora più forte: e sono in programma tante iniziative per il mese di settembre e per il prosieguo della stagione”.

    “Ringrazio la nostra fedele clientela – conclude – che, in questo mese in cui abbiamo scelto di chiudere la pizzeria per dare spazio alle feste sul Poggione, ha continuato a chiamarci per prenotare. Bene, lo potete fare da adesso: dal 5 agosto in poi. Grazie a tutti per il sostegno che ci darete”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...