spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Laika, buone notizie: 30 lavoratori assunti a tempo indeterminato

    Dato positivo: dall'1 febbraio l'azienda è stata ufficialmente rilevata dagli americani di Thor Industries

    PONTEROTTO (SAN CASCIANO) – Se il buongiorno si vede dal mattino, il futuro di Laika, ufficialmente acquisita dagli americani di Thor Industries dall'1 febbraio scorso, può essere guardato con ottimismo.

     

    In una nota ufficiale infatti l'azienda, dal suo quartier generale del Ponterotto, comunica di aver "assunto a partire dal 1 febbraio 30 collaboratori a tempo indeterminato".

     

    Stiamo parlando, nel dettaglio, di trenta stabilizzazioni di precedenti tempi determinati: per i quali la firma del contratto a tempo indeterminato rappresenta futuro, prospettive, stabilità.

     

     

    "Queste nuove assunzioni – prosegue Laika – provengono da un accordo siglato fra Laika, la Rsu aziendale e le parti Sindacali Fiom-Fim che operano nel territorio toscano, dove Laika da 55 anni sviluppa e costruisce i propri camper".

     

    Insomma, con la nuova proprietà si sono rispettati gli accordi presi alcuni mesi fa con i sindacati. E questo è un buon punto da cui partire.

     

    "L’incremento del personale aziendale diretto – si precisa – è anche la conseguenza dell’investimento di Laika sul territorio che ha avuto inizio con la costruzione del nuovo stabilimento a San Casciano, inaugurato nel febbraio 2016 grazie anche alla collaborazione con tutte le Istituzioni Territoriali".

     

    “Questo risultato – sottolineano gli amministratori delegati Laika, Andrè Miethe e Olaf Sackers – è il frutto di una strategia lungimirante di Laika che, insieme a tutti i propri lavoratori e ai sindacati ha raggiunto un obbiettivo così importante”.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua