spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il maltempo a San Casciano: fulmini, cacciatori prigionieri di una jeep, fossi ostruiti

    Hanno cercato di attraversare il torrente Terzona: la piena li ha sorpresi e intrappolati nell'abitacolo

    SAN CASCIANO – Il maltempo ha causato difficoltà a San Casciano: alla viabilità lungo la via Cassia per Siena tra le frazioni del Crocifisso e il Bargino, ma non solo.

     

    La forte pioggia nella notte di domenica 6 novembre ha creato non pochi problemi agli abitanti della frazione della Fornace, un piccolo gruppo di case adiacenti alle Cantine Antinori.

     

    Anche cui un piccolo fosso delle acque di scolo della collina, si è trasformato in un fiume uscendo dal suo alveo naturale passando oltre la spalletta.

     

    Mentre sulla via Cassia per Siena a ripulire l’asfalto da fango, sassi, detriti di legno, è intervenuto il personale della Global Service, i volontari de “La Racchetta” sono stati impegnati tutto il giorno per controllare i corsi d’acqua e liberare alcune caditoie intasate.

     

    Un fulmine sempre nella notte, ha colpito un’acacia lungo la Strada Provinciale Certaldese in località Casalta, anche in questo caso è intervenuto il personale della Global Service che ha provveduto a tagliare parte dei rami che si estendevano pericolosamente sulla carreggiata.

     

    Brutta avventura per dei cacciatori che hanno cercato di attraversare con un fuoristrada il torrente Terzona in località Calzaiolo, hanno sottovalutato che la portata dell’acqua era particolarmente forte e alzata di livello, tanto che sono rimasti in mezzo al torrente.

     

    Momenti di comprensibile spavento, ma per gli occupanti nessuna conseguenza. Il fiume Pesa al momento non crea problemi, nonostante la portata dell’acqua sia notevolmente aumentata.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...